Ottantamila euro per il Monte di Colbordolo. Ora serve un progetto

di 

7 gennaio 2012

Monte di Colbordolo

COLBORDOLO – “Risorse in arrivo per il Monte di Colbordolo. Ora serve un progetto”. Parole che arrivano dal gruppo consiliare Liberi per Colbordolo, che benedice l’avvento del 2012 con una buona notizia. “La Regione Marche infatti, nel suo bilancio di previsione, ha stanziato 80.000 euro per la messa in sicurezza dagli incendi boschivi per il parco verde del capoluogo. E’ senza dubbio questo un motivo di grande soddisfazione per la nostra comunità che vede finalmente riconosciute la valide ragioni di tutela e salvaguardia del territorio, e allo stesso tempo una importante opportunità per rilanciare, finalmente, l’immagine del Monte di Colbordolo, argomento troppo spesso utilizzato nelle campagne elettorali ma mai effettivamente concretizzato durante le legislature“.

A scanso di equivoci – concludono i membri del gruppo consiliare Liberi per Colbordolo – vogliamo complimentarci con la giunta che ha saputo trovare la strada giusta per ottenere queste importanti risorse, ma ci prendiamo anche la nostra parte di merito per avere, da 10 anni a questa parte, insistito periodicamente e con convinzione su un progetto che sapevamo essere di fondamentale importanza per il tutto il territorio comunale e non solo per la zona del Monte. Basta infatti dare un’occhiata al nostro sito internet (www.liberipercolbordolo.org) per verificare una parte delle nostre proposte e della nostra attività politica in favore del recupero dell’area in questione. Attività che comprende articoli stampa così come documenti consiliari. Siamo quindi, a ragione, orgogliosi del nostro lavoro di minoranza propositiva che questa volta ha dato i frutti sperati.

Non è però il caso di sedersi sugli allori. Ora bisogna affrontare la progettualità affinché le risorse affidate vengano utilizzate nella maniera più produttiva possibile. Siamo fin da subito disponibili, come nostro costume, a studiare insieme alla maggioranza gli interventi da mettere in campo e crediamo che questi vadano ampiamente condivisi con la cittadinanza residente sul Monte“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>