Vuelle-Virtus, Cusin è ancora in dubbio

di 

7 gennaio 2012

Scavolini Siviglia-Avellino, schiacciata Marco Cusin

Marco Cusin ancora in dubbio (foto Marco Giardini)

di Luciano Murgia

PESARO – Sotto choc per l’incidente a Valter Scavolini – ancora una volta, i nostri più affettuosi auguri di pronta guarigione – la Victoria Libertas scende in campo nel posticipo domenicale (ore 20,30) per ospitare la Canadian Solar Bologna, forse la squadra più in forma del campionato. Lo raccontano i numeri, ma anche la capacità che ha avuto – martedì scorso – di recuperare una partita che sembrava esserle sfuggita di mano. Sul parquet di Casalecchio, la Novipiù Casale di Marco Crespi e Matteo Malaventura conduceva di otto lunghezze e la Virtus ha piazzato un 26-10 nell’ultimo quarto che ha ribaltato il risultato (70-62). La Canadian Solar ha vinto 7 delle recenti 8 partite. L’ultima sconfitta bolognese risale all’11 dicembre, a Biella (83-78 per l’Angelico). E pensare che prima il caso Homan (il giocatore cacciato via per avere aggredito coach Finelli), poi la perdita di McIntyre, impossibilitato a continuare a giocare per un problema fisico (ultima apparizione il 20 novembre, 13 punti nella vittoria di ancona contro Montegranaro), sembravano mettere in difficoltà la Canadian Solar. Si è dimostrata vincente la scelta di affidarsi a Poeta, che – come dice coach Dalmonte – “si è trasformato positivamente da cambio di lusso a protagonista”.

I giochi a due con Gigli (soprattutto) e Sanikidze sono concretezza (quasi sempre arrivano due punti in schiacciata del lungo che finalizza l’alley-oop) e allo stesso tempo spettacolo.

Il coach biancorosso, che è di Imola e ha allenato in Fortitudo e quindi pagherebbe di tasca sua per fermare la marcia virtussina, sottolinea i meriti dei prossimi rivali: “E’ il campo a dire che la Virtus è la terza forza del campionato. I risultati, ma anche il gioco che hanno fatto crescere l’autostima della squadra di Finelli, dandole consapevolezza del proprio valore. La Canadian Solar ha saputo trovare subito l’identità che sembrava perduta in seguito alle vicissitudini legate a Homan (offerto subito dopo alla Scavolini Siviglia; ndr) e all’addio anticipato che McIntyre ha dato al basket giocato. Situazioni che avevano messo in difficoltà la squadra e il lavoro del coach, entrambi bravi a recuperare i giusti equilibri, a fare quadrare un sistema che ha potuto contare sul contributo dei nuovi, ma soprattutto su Poeta che ha saputo tornare subito grande protagonista”.

L’esame degli avversari di turno fatto dal coach pesarese è gratificante per la Virtus: “Lang, arrivato al posto di Homan, si è calato bene nel ruolo, rendendosi utile senza oscurare il lavoro degli altri lunghi, della coppia più produttiva del campionato (Gigli e Sanikidze). Il sistema virtussino conta su due guardie (Poeta e Koponen) di valore e altrettanti esterni (Gailius e Douglas-Roberts) che ricevono un sostanzioso contributo da Vitali che può diventare il terzo esterno. Sono tutti coinvolti in un sistema semplice sia in difesa sia in attacco”.

Osservati in tv, i bianconeri sono molto aggressivi in difesa e da questo lavoro ricavano recuperi che attivano la velocità dei lunghi. Una squadra bella da vedere e allo stesso tempo efficace. La Scavolini è attesa da una partita non facile, non potendo contare ancora sul recupero di Cusin, che contro lunghi verticali sarebbe molto utile. Solo nella rifinitura di domenica mattina Dalmonte saprà se potrà contare su Cusin oppure dovrà chiedere – come già a Siena e Sassari – ulteriori sacrifici a Lydeka, Jones e Flamini. A proposito del capitano: la difesa sul senese Andersen è stata da manuale, da filmare e mostrare ai giovani giocatori. Per Flamini, una spinta in più a fare bene contro la Virtus, che è una delle sue ex squadre.

Brandon Brown da Houma, centro, è l’uomo del giorno nel campionato di serie A. BB, che viaggia a 12,1 punti a partita, ha realizzato 28 nella sfida a Milano, vinta – clamorosamente da Teramo in virtù di un terzo quarto che ha messo in evidenza, una volta di più, le difficoltà dell’EA7 Emporio Armani, non nuova a clamorosi parziali subiti. Basti ricordare quello contro il Partizan, nella partita di andata di Euroleague. Dunque, BB ha messo a segno 28 punti in altrettanti minuti con 10/16 da 2 e 274 da 3, 6 rimbalzi, 1 recupero e 3 assist. Gli hanno dato una mano l’ultimo arrivato Mc Grath (12 con 3/8 nelle triple), Dee Brown (11), Cerella (7 a tanta aggressività in difesa), Borisov (10 con 3/3 da 2 e 1/2 da 3), Amoroso (4), Polonara 2. Per Milano, Mancinelli 16, Fotsis 10, Cook 8, Nicholas 9, Rocca 4, Bourousis 12, Melli 3, Gentile 2, Radosević 4.

 

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Banca Tercas Teramo – EA7 Emporio Armani Milano 74-68 (7-17; 23-23; 26-12; 18-16) giocata sabato
Bennet Cantù – Angelico Biella (domenica ore 18,15)
Benetton Treviso – Umana Venezia
Banco di Sardegna Sassari – Montepaschi Siena
Otto Caserta – Fabi Shoes Montegranaro
Vanoli Braga Cremona – Cimberio Varese
Novipiù Casale Monferrato – Acea Roma
SCAVOLINI SIVIGLIA – Canadian Solar Bologna (arbitri Lamonica, Seghettie Provini, ore 20,30 Rai Sport 1)
Riposa Sidigas Avellino

 

LA CLASSIFICA

EA7 Emporio Armani e Montepaschi 20
Canadian Solar 18
Bennet e Sidigas 16
Banco di Sardegna, Umana, Cimberio, Angelico e Scavolini Siviglia 14
Otto e Acea 12
Benetton 10
Novipiù, Fabi Shoes, Vanoli Braga e Banca Tercas 8

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>