Fano, Lamezia è Forte: al Mancini è 1-1

di 

8 gennaio 2012

Fano – Vigor Lamezia           1-1

Fano-Fondi, esultanza Colombaretti

Colombaretti esulta. Foto Giardini

Fano (4-4-2): Beni; Colombaretti, Antonioli, Cossu, Amaranti; Noviello, Ruscio, Zebi (31’ st Capi), Raparo, (14’ st Misin) Morante (41’ st Bartolini) Marolda. A disp.: Orlandi, Mucciarelli, Angelelli, Di Stefano. All. Baldassarri

Vigor Lamezia (4-4-2): Forte; Franchino, Marchetti, Gattari, Bonasia; Cane, (31’ st Catalano) Cerchia, Giuffrida, Visone (14’ st Lattanzio); De Luca (45’ st Mercurio), Mancosu. A disp.: Calderoni, Sbravati, Erbini, Romero. All. Costantino

Arbitro: Benassi di Bologna 6

Marcatori: 40′ pt Colombaretti (F), 45′ pt Gattari (VL)

Note: Spettatori 600 circa. Ammoniti: Visone, Zebi, De Luca. Angoli: 5-3. Recuperi: pt 3′ , st 3′

FANO – Troppo Forte. Nel senso del portiere della Vigor che, al Mancini, ha salvato in almeno tre occasioni decisive i suoi e ha così costretto l’Alma a un pareggio casalingo. I granata erano partiti bene con Cossu: la sua conclusione innescava subito Forte che, deviando in angolo con un balzo felino, metteva subito in chiaro con chi avrà a che fare il Fano. La Vigor Lamezia, però, quando ha potuto non si è tirata indietro sfiorando ad esempio il colpo con Mancosu, abile ad approfittare di una incertezza di Colombaretti. Fano in vantaggio al 40′: punizione disegnata in area e incornata implacabile di Colombaretti (1-0). La partita diventa calda e la squadra di Costantino prima sfiora il gol con De Luca (Beni mura in angolo due volte) e poi , sugli sviluppi di una battuta dalla bandierina, trova l’1-1 con Gattari che in mischia tocca quasi con la pancia. Finita qui? No, perché prima del fischio è ancora Mancosu con una ripartenza rapidissima a sfiorare il colpo dell’1-2. Nella ripresa i toni si abbassano e, dopo un onesto tran-tran, prima è De Luca a sprecare, impallinando Beni, dopo un regalo post natalizio di Amaranti ma poi è soprattutto Forte a negare il gol del 2-1 al neoentrato Bartolini con una superba intuizione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>