Scavo Volley, beffa evitata: Klineman, tie-break vincente

di 

8 gennaio 2012

 

SCAVOLINI PESARO – LIU.JO MODENA   3   –  2

 

Scavolini Pesaro-Norda Foppapedretti Bergamo 4 Francesca Ferretti

Francesca Ferretti, quanto lavoro

 

SCAVOLINI:

Ortolani 12 (Battute 18, errori 4, ace 2. Muri 1. Attacchi 39, errori 2, muri subiti 2, punti 9,  23%), Brinker  18 (Battute 22, ace 1. Muri 2. Ricezioni 21, positiva  43%, perfetta 33 %. Attacchi 39, errori 5, muri subiti 1, punti 15,  38%), Klineman  28 (Battute 20, ace 1. Muri  3. Ricezioni 48, errori 2, positiva 50%, perfetta 25 %. Attacchi 59, errori 2, muri subiti 3, punti 24, 41%), Monica De Gennaro (L: Ricezioni 17, positiva 65%, perfetta 35%), Saccomani ne, Manzano 8 (Battute 16, errori 2, ace 1. Muri 4. Attacchi 8, errori 1, punti 3, 38%), Ferretti  4 (Battute 15, errori 2. Muri 4. Attacchi  1), Okuniewska  3 (Battute 6. Muri 1. Attacchi 12, errori 1, muri subiti 1, punti 2, 17 %), Musti De Gennaro 3 (Battute 7, errori 1. Attacchi 8, errori 2, muri subiti 1, punti 3, %). Ne Ampudia. E Agostinetto. All. Pedullà.

 
LIU.JO: Marinković 2 (Attacchi 2, punti 1, 50%), Croce (L: 18 ricezioni, errori 1, positiva 44%, perfetta 17%), Valeriano 1 (Battute 2. Ricezioni 3, positiva 67%, perfetta 33%), Paggi 1 (battute 2. Attacchi 4, errori 1, punti 1, 25%), Ciabattoni (ne), Barazza 2 (battute 12, errori 1. Muri 1. Attacchi 5, errori 1, punti 1, 20%), Partenio 2 (Battute 3, errori 1. Ricezioni 13, errori 1, positiva 46%, perfetta 8%. Attacchi 8, errori 2, punti 2, 25%), Agüero 23 (Battute 16, errori 2. Muri 1. Attacchi 60, errori 6, muri subiti 4, punti 22, 37%), Harmotto 8 (Battute 14. Muri 2. Ricezioni 1. Attacchi 18, , muri subiti 2, punti 6, 33%), Barboza 17 (Battute 15, ace 1. Muri 2. Ricezioni 22, errori 1, positiva 50%, perfetta 23%. Attacchi 53, errori 5, muri subiti 2, punti 14, 26%). Rinieri 12 (Battute 13, errori 1, ace 1. Ricezioni 37, errori 2, positiva 24%, perfetta 5%. Attacchi 31, errori 1, muri subiti 6, punti 11, 35%.) Mari 1 (Battute 15. Muri 1. Attacchi 2, muri subiti 1). All. Cuccarini.

 ARBITRI:

 

Cerquoni e Venturi.

STATISTICHE DI SQUADRA:

SCAVOLINI: punti 76; battute 104, sbagliate 9, servizi vincenti 5. Ricezioni 87, errori 2, positiva 51%, perfetta 29%. Attacchi 166, errori 13, muri subiti 8, punti 56, 34%. Muri 15.

LIU.JO: punti 68; battute 92, sbagliate 5, servizi vincenti 2. Ricezioni 95, errori 5, positiva 39%, perfetta 13%. Attacchi 183, errori 16, muri subiti 15, punti 58 , 32%. Muri 8.

NOTE: parziali 21-25; 25-14; 18-25; 25-2; 15-7 in 119 minuti. Spettatori  1.239 con presenza modenese. In tribuna l’immancabile Carla Scavolini. Prima della partita, il Gruppo Giovani Avis Pesaro ha premiato l’ex Scavolini Francesca Mari testimonial dell’impegno a donare sangue durante le sue stagioni pesaresi.

PESARO – Con le unghie e con i denti, per evitare la seconda beffa in due giorni. La Scavolini vince il primo tie-break della stagione e festeggia degnamente i ompleanni di Serena Ortolani e Monica De Gennaro. Ma che fatica. E

Uno striscione e un coro a Valter Scavolini, “splendido settantenne”. Il coro dei Balusch per il compleanno e soprattutto per la guarigione dell’amico di tutti gli sport, di un personaggio che con la sua famiglia e la sua azienda ha consentito alle squadre pesaresi di competere al vertice, di conquistare coppe e scudetti.

PRIMO SET: come se il pullman con cui viaggiano le colibrì si fosse fermato a Piacenza, a piangere per la sconfitta al tie-break. Apre Agüero, replicano Klineman e un assist di Manzano, ma sul 3 pari (ancora Klineman), Modena se ne va. Agüero al servizio propizia un drive che porta le ospiti sul 3-8 al primo time-out tecnico, quando Pedullà ha speso già un discrezionale. La partenza in salita, frutto di errori pesaresi (la mancata copertura del pallonetto sta diventando uno dei rebus) e della precisione di Agüero. Due muri (Brinker e Okuniewska) a contorno di un ace sporco di Klineman, propiziano l’aggancio a quota 8. Ma il pullman si ferma ancora e al secondo time-out Modena è di nuovo sopra di tre (13-16). La Scavolini fallisce un paio di attacchi per pareggiare (Ortolani, fermata anche dal muro a uno) e Modena ha tre match-point (21-24) che chiude alla prima occasione con un muro di  Harmotto su Ortolani: 21-25. 7 punti Klineman, 4 Brinker, 3 Ortolani, 2 Okuniewska, 1 Ferretti e Manzano. Per Modena, 9 di  Agüero, 6 di Barboza, 3 Harmotto, 2 Rinieri, 1 Barazza; molto bene il libero Croce, come del resto De Gennaro. In ricezione, Pesaro fa meglio (45 e 23% contro 38 e – incredibile –  10% di perfetta per le emiliane) e pur mettedmo a segno 5 muri a 3 è sotto perché attacca peggio: 42% contro 50%.

SECONDO SET: l’esatto opposto del precedente parziale. Le colibrì iniziano benissimo, tanto che al primo time-out conducono di 6 (8-2). Un vantaggio che non buttano via, lavorando meglio sui pallonetti emiliani, trovando varchi in una difesa che continua a difendere bene sugli attacchi di Ortolani. Solo un brivido nel finale, quando la Scavolini fallisce il più 11 e Modena arriva a meno 8. Ma è solo un brivido, niente più, perché Brinker chiude in 24 minuti: 25-14. Ancora Klineman – che ha un coro tutto suo dai Balusch – migliore realizzatrice (5), seguita da Ortolani (4), Brinker (3), Manzano 2, Ferretti e Okuniewska (1). Mancano i punti delle centrali e la ricezione è peggiorata (dal 45 e 23% del primo set al 31 e 23%) 

TERZO SET: dopo un avvio equlibrato, la Scavolini conquista un discreto vantaggio (11-8) con il turno di servizio di Ferretti. Poi subisce la difesa di Modena, che ferma gli attacchi delle colibrì e piazza un parziale di 4-0: 11-12. Il break negativo si allunga quando Pedullà (dopo gli ennesimi attacchi falliti) deve chiedere un time-out discrezionale per bloccare la fuga della Liu-Jo che conduce 15-18. Entra Lulama Musi De Gennaro, ma Ortolani è bloccata dal muro ospite e Barboza fissa subito dopo il più 5 esterno: 15-20. La Scavolini perde fiducia, gioca scomposta e Modena va sul più 6 (15-21), con un parziale di 4-13. Cuccarini e le sue ragazze ringraziano, intascando il terzo parziale con il servizio sbagliato di Lulama: 18-25. E’ un set deprimente, per le ragazze e per il pubblico, che accusa il colpo. Solo un punto per Ortolani, 4 Brinker, 7 Klineman, 1 Manzano. Modena vive su un terzetto:  Agüero 3, Barboza e Rinieri 6, il resto è offerto dalla Scavolini: 6 errori al servizio, 4 in attacco. E la difesa che non funziona. Al contrario di quella modenese.

QUARTO SET: subito avanti (5-2 e 8-5), ma ancora distrazioni e Modena pareggia. Due punti tutti di Lulama per un nuovo break (10-8) e poi – malgrado dubbe decisioni del primo arbitro Cerquoni – il vantaggio aumenta (13-9). “Penelope”, per usare un espressione di Pedullà, è brava ad azzerare il lavoro fatto e in un amen – servizio di Mari – la Liu.Jo è a una sola incollatura (14-13). Ancora 15-14 su un attacco di Ortolani che Cerquoni giudica fuori banda, ma il gaudalinee alla sua destra lo corregge e al time-out tecnico Pesaro è di nuovo a più 3: 16-13. il 17° punto è un regalo dell’arbitro che non vede – ma come ha fatto? – un palleggio non pulito di Klineman. Modena accusa il colpo a va sotto 19-13. Klineman mette fuori il più 7. Rinieri al servizio accorcia ancora con un ace sporco sull’americana di Pesaro. Klinemansi riprende obbligando Croce – una rarità – a sbagliare. Poi una palla giocata dalla difesa modenese finisce in rete e la Scavolini è a più 7 (23-16). Pesaro ha le mani sul set, ma  Agüero non è d’accordo e sul  suo servizio la Liu.Jo rientra (23-19),tanto che Pedullà ferma il gioco con un “discrezionale”. Ferretti mura Barboza, che replica con un buon attacco: 24-20. Al servizio ci va Valeriano, Rinieri mette giù il 21° punto emiliano. Brinker non concede ulteriori confidenze: 25-21 e tie-break, il secondo in 48 ore.

QUINTO SET: nel segno di Klineman. Modena la cerca sempre, lei fatica a riceve e a schiacciare, ma mette giù palloni importanti e mura  Agüero. Così, al cambio campo, Pesaro è avanti 8-3 grazie a un errore di Barboza. Modena difende bene e trasforma il lavoro nel proprio campo con il 10-6. Klineman è scatenata e quando  Agüero mette a repentaglio l’incolumità dei giornalisti sparando fuori, Pesaro è a più 6 (12-6). Anche la Scavolini conosce l’arte del pallonetto e Brinker supera il muro a due per il più 7 (13-6). L’ex Rinieri, in precedenza efficace alla battuta, mette fuori il servizio e subito un’invasione emiliana sancisce la fine della partita: 15-7. Mvp Klineman, ma applausi a Ferretti (4 muri e tanto lavoro).

I RISULTATI DELLA SECONDA GIORNATA DI RITORNO DELLA SERIE A FEMMINILE DI VOLLEY:

MC-Carnaghi – Rebecchi Nordmeccanica (25-21; 25-19; 19-25; )

Norda Foppapedretti – Riso Scotti 3-0 (25-17; 25-17; 26-24)

Cariparma SiGrade – Yamamay 1-3 (21-25; 17-25; 25-21; 21-25)

Asystel – Chieri 3-0 (25-22; 25-19; 25-21)

Ha riposato Chateau d’Ax Urbino

La classifica

Yamamay 33

Chateau d’Ax 27

MC-Carnaghi 29

Nordmeccanica e Norda Foppapedretti 20

Asystel 18

Rebecchi Nordmeccanica 17

SCAVOLINI 15

Liu.Jo 13

Cariparma SiGrade 12

Chieri 6

Riso Scotti 1

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>