La storia: l’ex ala del Fano fa la colletta per entrare in campo

di 

9 gennaio 2012

Rodolfo Giorgetti

Rodolfo Giorgetti ai tempi del Bari

RAVENNA – Abita da anni a Senigallia ma ha giocato per tre stagioni nel Fano (nel 1993, in C2, e poi nel 2004-05, sempre in C2: 64 presenze totale e una rete). Ora fa l’allenatore, in Serie D, di una squadra che non ha più fondi, travolta dal calcioscomesse, nobile decaduta che più decaduta di così non si può. Questa è la storia di Rodolfo Giorgetti, 40 anni, ex calciatore di Salerninata, Bari, Lecce (6 campionati di Serie A giocati da protagonista) e Ravenna di cui oggi è anche allenatore. Ha tirato fuori 1500 euro per rendere agibile lo stadio della città per la gara con la Pistoiese. Adesso c’è l’appello “a chi ha cuore” per garantire la prossima trasferta. Non bastavano, la scorsa estate, quei punti di penalizzazione piovuti per l’inchiesta sul calcioscommesse, la retrocessione dalla Prima Divisione alla D, che ha visto coinvolti alcune pedine della società tra cui Giorgio Buffone. L’incubo del Ravenna (dalla Serie B ai dilettanti, in pochi anni), oltre che sul campo, è stato pagato anche sul piano contabile: così, perché la squadra potesse scendere in campo e i tifosi trovare posto allo stadio comunale Benelli, i soldi per il gasolio, le righe del campo, gli steward e le autorizzazioni (in totale 1500 euro) li ha dovuti anticipare l’allenatore, Rodolfo Giorgetti, assieme ad alcuni sostenitori. Una colletta.

Il bel gesto non è servito, però, per ricevere un po’ di fortuna in cambio: la gara con la Pistoiese (altra nobile decaduta) è finita 0-1, avvicinando il Ravenna alla zona della retrocessione. E per domenica prossima, a Santa Croce sull’Arno, mancano ancora una volta i fondi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>