Torna la Champions League, arriva la Crvena Zvezda Belgrado

di 

9 gennaio 2012

 

Pesaro attende buone notizie dalla sfida tra Muszyna e Dynamo Mosca (Foto Cev)

Pesaro attende buone notizie dalla sfida tra Muszyna e Dynamo Mosca (Foto Cev)

PESARO – A fine partita, analizzando la vittoria con Modena, non pochi hanno espresso soddisfazione per il primo successo dell’anno arrivato al tie-break. In precedenza, il quinto set aveva portato solo delusioni. L’ultima, quarantotto ore prima a Piacenza.

Unico insoddisfatto, Luciano Pedullà: “Per me è un punto perso, speravo di raccoglierne almeno quattro in questa coppia di partite. Vorrà dire che ci rifaremo a Busto Arsizio”. Sul taraflex della capolista Yamamay, imbattuta e a punteggio pieno? Sembra impossibile ma l’ottimismo di Pedullà è contagioso. Da dove nasce?

“Secondo me potremo giocare una partita con meno responsabilità addosso, e generalmente in quelle situazioni ci esprimiamo meglio”.

Le cifre della partita contro la Liu.Jo confermano un deciso miglioramento nella ricezione (60% positiva, 34% perfetta) e al muro (15 a 8 per le pesaresi).

“Siamo andati abbastanza bene in ricezione e abbiamo difeso tanto, il muro è stato più efficace di quanto non sia stato venerdì sera, ma dobbiamo tenere conto che Piacenza non è Modena ed ha più colpi in attacco”.

Eppure la Scavolini è piaciuta di più in altre occasioni, soprattutto nelle prime settimane di Pedullà alla guida delle colibrì. La spiegazione è che…

“Siamo in un momento di calo, ma dobbiamo riprenderci: ho molta fiducia in questo gruppo, e lo ribadisco. In ogni caso, sono soddisfatto della reazione della squadra: stavolta siamo stati noi a rimontare e a vincere al tie-break, a differenza di quanto è successo a Conegliano e Piacenza”.

Valter Scavolini, che aveva conosciuto coach Pedullà durante una partita di basket all’Adriatic Arena, gli aveva anticipato che sarebbe tornato presto al PalaCampanara, prevedendo di seguire la gara casalinga con le modenesi, il giorno del suo 70° compleanno. Sapete tutti cosa è successo a Valter, che è ancora ricoverato nell’ospedale San Salvatore dove proseguono gli accertamenti clinici in seguito all’incidente occorsogli sabato mattina, sulla Panoramica San Bartolo. Così, Luciano Pedullà gli fa gli auguri…

“Voglio mandare un saluto affettuoso e un augurio di pronta guarigione al nostro patron Valter Scavolini, che ho avuto la fortuna di conoscere domenica scorsa e che è stato così gentile da dedicarmi parole di stima. E’ un uomo che ha fatto tanto per lo sport, e mi piacerebbe, se lui vorrà e se la cosa non lo disturba, andarlo a trovare in ospedale”.

I 28 punti di Alexandra Klineman sono il record della seconda giornata di ritorno.

Adesso la Scavolini dimentica per qualche giorno l’Italia e pensa all’Europa. Giovedì, infatti, è in programma la quinta giornata – sesta di ritorno – della Champions League che vede le colibrì impegnate nel girone E che prevede il seguente programma: mercoledì 11, ore 18, Fakro Muszyna – Dynamo Mosca; giovedì 12, ore 20,30: SCAVOLINI – Crvena Zvezda Belgrado. La classifica del girone è la seguente: SCAVOLINI 9 (19 set vinti, 3 persi), Muszyna 8 (9-6), Dynamo 7 (8-7), Crvena Zvezda 0 (1-12). Il risultato ideale per le biancorosse sarebbe – ovviamente superando le giovanissime serbe di coach Pavličević – un successo al tie-break delle russe che garantirebbe alla Scavolini il primato nel girone e un sorteggio migliore per il turno successivo a eliminazione diretta.

Muszyna, che a sorpresa aveva perso una gara in campionato contro Górnicza, terza in classifica, è tornata alla vittoria espugnando Wroclaw (3-0) e guida la classifica nazionale con 30 punti, uno in più dell’Atom Trefil Sopot allenata dall’italiano Chiappini. Quarta è Bielsko-Biała, l’ex squadra di Berenika Okuniewska, staccata di 4 lunghezze.

La Dynamo di Mosca, cresciuta in maniera incredibile grazie all’ingaggio di Angelina Grün (ma il coach polacco Serwinski non crede possa fare la differenza), ha travolto i Fakel di Simona Gioli e Antonella Del Core, e con 19 punti è quarta nella classifica guidata dall’Uralochka con 25.

Ricordiamo che la Scavolini, che domenica sarà di scena a Busto Arsizio, martedì 17 gennaio giocherà a Mosca l’ultimo turno di Champions League.

l.m.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>