Ecco la “Passeggiata Carlo Bo”: sabato l’inaugurazione

di 

17 gennaio 2012

 

 

Carlo Bo

Carlo Bo

URBINO – Sabato 21 gennaio si terrà la cerimonia di intitolazione a Carlo Bo del tratto di strada che dall’Esedra presente ai piedi del Torricini del Palazzo Ducale di Urbino arriva a intersecarsi fra via Salvalai e corso Matteotti. Il percorso sarà denominato “Passeggiata Carlo Bo”.

Il programma prevede l’incontro delle autorità e dei partecipanti alle ore 16 nella sala del Maniscalco (Rampa di Francesco di Giorgio). Interverranno per un breve saluto il sindaco Franco Corbucci e il rettore dell’università degli Studi Stefano Pivato. Subito dopo sarà proiettato un breve filmato che ricorderà alcuni momenti della vita di Carlo Bo a Urbino. In seguito i presenti si sposteranno nella zona dell’Esedra per lo scoprimento della targa che ricorda colui che per oltre cinquanta anni è stato rettore dell’ateneo urbinate, nonché annoverato fra i più noti critici letterari italiani e senatore a vita. Ricordiamo che Bo è scomparso nel 2001 e che nel 2011 ne sono stati celebrati i 100 anni dalla nascita.

Il percorso che sarà d’ora in poi denominato “Passeggiata Carlo Bo” è il tratto che attraversa la zona che gli urbinati chiamano comunemente “Il Pincio”. Nel 2011 l’area è stata risistemata: è stato sostituito il precedente marciapiede con una nuova opera in mattoncini e sono state collocate delle nuove panchine in pietra. La targa in ferro battuto messa sul lato dell’Esedra è stata offerta dal Rotary Club di Urbino, mentre il Comune ha realizzato la lapide in pietra collocata nel punto opposto, all’incrocio con via Matteotti. La zona interessata da questo intervento è molto frequentata sia dai residenti che dai turisti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>