Spacciava cocaina alla stazione: arrestato

di 

17 gennaio 2012

I carabinieri di Fano hanno incarcerato anche un 44enne albanese che non rispettava quanto prescritto dal giudice, segnalando all’autorità giudiziaria quattro giovani per tentato furto e un 22enne operaio per consumo di droga

 

Carabinieri Fano

Carabinieri in azione

FANO – I carabinieri controllano numerosi soggetti già noti alla giustizia. E’ successo a Fano, dal centro storico al Pincio, dalla stazione ferroviaria alle principali arterie cittadine dove sono stati organizzati posti di blocco, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dei reati contro il patrimonio e la persona.

Un 33enne pregiudicato tunisino è stato arrestato nelle adiacenze della stazione con le accuse di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. O. J. – queste le sue iniziali – è stato sorpreso dai militari dell’aliquota operativa e radiomobile mentre spacciava una dose di cocaina ad un marocchino 28enne di professione operaio. I due sono stati immediatamente bloccati, col 33enne tunisino che sarebbe stato trovato complessivamente in possesso di tre grammi circa di cocaina suddivisa in quattro dosi pronte per lo spaccio. Lo stupefacente è stato quindi sottoposto a sequestro, mentre il giovane è stato condotto nel carcere di Pesaro. Per il 28enne marocchino, invece, è scattata una segnalazione alla Prefettura di Pesaro e Urbino per l’applicazione delle sanzioni accessorie, tra le quali la sospensione della validità della patente di guida.

Un 44enne albanese noto alla giustizia, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, è stato tratto in arresto e condotto nel carcere di Pesaro in quanto colpito da un’ordinanza di custodia cautelare per non essersi attenuto alle prescrizioni del giudice. I militari, una volta appurato che il pregiudicato, dedito alla commissione di reati contro il patrimonio, non rispettava quanto stabilito dall’autorità giudiziaria, hanno segnalato al giudice le reiterate violazioni poste in essere dall’albanese. Da qui il provvedimento di arresto nei suoi confronti.

A Mondolfo invece, i militari della locale stazione dei carabinieri hanno denunciato, per tentato furto aggravato in concorso tra loro, quattro persone – tutte già note alla giustizia – residenti nella provincia di Ancona. Si tratta di un 18enne, di un 19enne, di un 20enne e di un uomo di 48 anni che da un furgone parcheggiato nella periferia della cittadina avrebbero cercato di rubare un marsupio di proprietà di un cittadino del luogo. Il proprietario del furgone, accortosi di quanto stava avvenendo, avrebbe gridato mettendo in fuga i ladri, che sono poi stati fermati dai carabinieri di Mondolfo a cui la vittima ha immediatamente telefonato spiegando quanto era successo poco prima. Per i quattro pregiudicati, oltre alla denuncia, è scattata da parte dei carabinieri una proposta alla Questura di Pesaro e Urbino per l’applicazione della misura di prevenzione dell’allontanamento con foglio di via obbligatorio per il comune di origine e divieto di ritorno nel comune di Mondolfo ed altri comuni limitrofi per un periodo di tre anni.

Infine, un 22enne operaio è stato segnalato dai carabinieri di Saltara alla Prefettura di Pesaro e Urbino in quanto trovato in possesso di alcuni grammi di hashish che deteneva per uso personale, per l’applicazione delle sanzioni accessorie previste dalla normativa sugli stupefacenti, quali la sospensione della validità della patente di guida e la sottoposizione a programma socio-terapeutico e riabilitativo. Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>