I Balusch contestano le cronache di Lucchetta con una lettera

di 

18 gennaio 2012

Balusch 1

I Balusch, i tifosi della Robur Scavolini volley nella foto Giardini

PESARO – Passino le sconfitte, ma certi commenti proprio no. I Balusch, storici tifosi del volley pesarese, ci hanno pensato qualche giorno e poi hanno deciso di scrivere una lettera che stigmatizza i commenti di Andrea Lucchetta, uno dei giocatori italiani più conosciuti, attuale spalla tecnica dei telecronisti Rai. Una curiosa coincidenza: Lucchetta sarà a Pesaro sabato sera per commentare la partita tra la Scavolini e la Cariparma SiGrade.

Il direttivo dei Balusch ha indirizzato l’intervento alla presidenza della Fipav (Federazione Pallavolo) e della Lega Pallavolo Serie A Femminile, ma anche agli organi d’informazione.

“Siamo il gruppo di sostenitori della Scavolini Pesaro, I Balusch, i quali sono rimasti a dir poco costernati e dispiaciuti dopo aver ascoltato alcuni commenti, poco tecnici, del Sig. Andrea Lucchetta rivolti ad alcune nostre giocatrici nella partita che la nostra squadra ha disputato in quel di Piacenza, al cospetto della Rebecchi del nostro caro Riccardo Marchesi.

“Conosciamo il personaggio-Lucchetta, istrionico e goliardico, ma crediamo che ci sia un limite a tutto. E sentire commenti allusivi usando un linguaggio più da caserma, o da bar, che da tecnico di pallavolo, ci sembra eccessivo.

“Pesaro, nel corso di questi ultimi anni, ha conquistato trofei in serie dando lustro, anche a livello internazionale, all’Italia: non ci sembra giusto essere trattati in questa maniera da un personaggio, altrettanto autorevole, ma che non può dimenticarsi il ruolo che occupa.

Inoltre, in generale, quando è chiamato a disquisire sugli uomini non si permette certi apprezzamenti o certe “uscite” fuori luogo.

“Chiediamo quindi una presa di posizione da parte Vostra considerando, comunque, che già da sabato 14 gennaio, in occasione del match tra Pavia e Parma, i commenti del Sig. Lucchetta sono sembrati più appropriati al contesto”.

2 Commenti to “I Balusch contestano le cronache di Lucchetta con una lettera”

  1. Alessandro Mohorovich scrive:

    Salve a tutti. Neanche a farlo apposta proprio stanotte ho visto in replica su Rai Sport la partita tra Pavia e Parma e devo dire che più di una volta, pur sorridendo, ho notato delle “uscite” di Lucchetta abbastanza colorite.
    La prima cosa che ho pensato è stata “chissà cosa penserà quella giocatrice quando e se rivedrà la replica”.
    Da un lato appoggio quanto è stato scritto nella lettera dei Balusch in quanto, essendo un giornalista sportivo, oggettivamente non trovo troppo appropriati certi aggettivi.
    Dall’altro però devo ammettere che mi sono trovato di fronte ad una telecronaca finalmente diversa dall’obsoleto e statico metodo RAI; chi segue la pallavolo conosce Lucchetta e chi conosce Lucchetta potrebbe anche trovare “simpatiche” certe esternazioni. Nella interviste post partita comunque mantiene un tono simpatico in lina col suo personaggio e io credo che chi è all’interno del mondo della pallavolo a certi livelli non se la prenda più di tanto.
    Buona giornata a tutti

    Alessandro Mohorovich

    • admin scrive:

      La penso come te. Il problema è che, a volte, in diretta, il confine tra simpatia e cattivo gusto o rispetto è sottile e facilmente oltrepassabile. Basta una parola detta un secondo dopo, una frase che andrebbe interpretata con la mimica, un sorriso che in telecronaca sfugge ed oplà, la simpatica uscita si trasforma in scivolone. Capita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>