Tra sfortuna ed errori: PesaroFano ko in casa

di 

22 gennaio 2012

I ragazzi di Marques perdono 5-4 col Loreto Aprutino e vedono allontanarsi il treno playoff

 

ITALSERVICE PESARO FANO – LORETO APRUTINO 4-5 (p.t. 2-2)
ITALSERVICE PESAROFANO: Cavanhi, Pinguim, Ditommaso, Sapinho, Fraccaro, Eusepi, Bacaloni, Guinho, Perez, Costa, Cesaroni, Barbera. All. Marques
LORETO APRUTINO: Capuozzo, Nobilio, Robinho, Bordignon, De Lellis, Ninho, Calderolli, Grana, Cividini, Lona, Sampaio, Cantagallo. All. Marrone
ARBITRI: Gianni D’Oria (Bari) e Marcello Mezzasalma (Bassano del Grappa), crono Gianluca Mastri (Jesi)
MARCATORI: 5’59” Costa (PF), 13’10” Bordignon (LA), 18’05” Cividini (LA), 18’28” Cesaroni (PF) del p.t.; 7’02” Cividini (LA), 8’35” Sampaio (LA), 12’55” (rig.) Guinho (PF), 17’19” Guinho (PF), 19’48” Sampaio (LA) del s.t.
NOTE: spettatori 250 circa; ammoniti Cavanhi (PF), Pinguim (PF), Perez (PF), Cesaroni (PF), espulsi Lona (LA) per proteste e Cavanhi (PF) per doppia ammonizione

 

PesaroFano-Loreto Aprutino

Un momento del match tra PesaroFano e Loreto Aprutino

FANO – Un rovescio pesante. Soprattutto in ottica playoff che, nemmeno tanto nascostamente, era diventato l’obiettivo in corsa del PesaroFano. Ecco che la sfida contro il Loreto Aprutino avrebbe potuto dare punti importanti per avvicinare il quinto posto. Così non è stato, vuoi per un pizzico di sfortuna (nella prima frazione), vuoi per qualche errore di troppo (nella ripresa).

Inizio di partita senza indugi. La prima palla gol è del PesaroFano, che schiera nello starting five Nelson Fraccaro. Proprio l’ex Marca Trevigiana viene liberato in maniera impeccabile da Guinho, tiro verso la porta abruzzese ma Capuozzo copre bene. Risponde Bordignon: Cavanhi blocca con sicurezza. Sampaio si ritrova a due passi dalla gloria ma il portiere di casa è velocissimo nell’avventarsi sui suoi piedi e salvare la minaccia.

Entra Sapinho, ancora non al meglio, che subito saggia le mani di Capuozzo. E’ il preludio al vantaggio interno meritato, griffato Thiago Costa. L’ex Putignano riceve palla spalle alla porta, si gira e scarica un tiro rasoterra che Capuozzo tocca appena: 1-0. I pesarofanesi hanno subito la chance potenziale per raddoppiare ma l’appena entrato Paolo Cesaroni pecca di altruismo provando un passaggio (intercettato) da buonissima posizione. Peccato.

La risposta abruzzese è in un pallone imbucato per Bordignon che però, davanti a Cavanhi, non è perfetto nello stop. Altra occasionissima per il 2-0 Italservice con Fraccaro che, dopo sfondamento centrale di Thiago Costa, si ritrova solo nel cuore dell’area avversaria ma ciabatta fuori, forse non aspettandosi tanta grazia.

Gol sbagliato, gol subìto come capita spesso. Cavanhi esce dalla propria area per anticipare Bordignon, infortunio nello stop – diciamo così – e per il numero 4 ospite è un gioco da ragazzi mettere dentro la palla dell’1-1. Disdetta. L’Italservice non dispera e continua a macinare gioco. Prima Thiago Costa non trova il tempo di insaccare dopo aver saltato anche il portiere avversario, poi Guinho, liberato a destra, di punta prova a bucare Capuozzo che però lo mura.

Un uno-due Guinho-Perez-Guinho libera al tiro quest’ultimo: il portiere abruzzese risponde ancora presente uscendo col corpo. Poi il Loreto Aprutino, che aspetta la banda di Marques per ripartire alla bisogna, guadagna una punizione sulla trequarti: batte Bordignon, Cavanhi respinge ma centralmente, sul cuoio il più lesto di tutti è Cividini che insacca.

Il vantaggio esterno dura però una manciata di secondi. Merito di Guinho che impegna severamente Capuozzo per poi, sulla ribattuta, servire a Cesaroni un cioccolatino solo da appoggiare in fondo al sacco: 2-2. Finale di tempo teso. Cesaroni cade a terra dopo un contatto con un avversario. Gli arbitri non fischiano e il Loreto Aprutino, che tra l’altro aveva esaurito il bonus, si salva. Si va al riposo su una parità che, per quanto visto in campo, sta stretto al PesaroFano.

Nella ripresa cambia tutto. Vero che subito Guinho ha due chance che non sfrutta per poco, ma il Loreto Aprutino in contropiede ha la chance per portarsi in vantaggio: fallita. Occassionissima per Thiago Costa, ben smarcato da Sapinho: palla fuori nel tentativo di pescare il sette. Thiago punta la porta a ripetizione ma prima scarica da sinistra un puntone a lato e poi manda alto da posizione centrale. Si materializza il nuovo vantaggio esterno. Merito di Cividini, che si inserisce alla perfezione su un’imbucata di un compagno superando Cavanhi con un tocchetto sotto di giustezza:3-2 esterno.

L’Italservice ha immediatamente la palla per il pareggio ma Guinho, dopo un gran lavoro spalle alla porta, non riesce a eludere il muro eretto dal portiere degli abruzzesi. Così arriva anche il 4-2 del Loreto Aprutino con Sampaio, che conclude nell’angolo alto un contropiede architettato da Lona con tutto il PesaroFano in avanti.

Capuozzo respinge la successiva punizione a due dei biancorossi-granata che libera al tiro Guinho. Un tiro di Costa viene stoppato dalla mano di Ninho in piena area: il duo di fischietti soprassiede giudicando il tutto involontario. Non è così poco dopo, con il mani di Sampaio considerato da rigore. Sul dischetto va Guinho che fa 3-4.

Il PesaroFano tenta il tutto per tutto spingendo al massimo per pervenire al pareggio ma esponendosi, inevitabilmente, alle ripartenze altrui. Cavanhi riscatta l’errore del primo tempo facendo un mezzo prodigio su Calderolli. L’Italservice rischia grosso anche sulla successiva grande azione di Sampaio, che si gira in un fazzoletto e scarica a rete un mancino che incoccia il palo ed esce. Sospirone di sollievo al circolo tennis Trave per i tifosi PesaroFano.

Marques si gioca la carta del portiere di movimento (Sapinho) quando al termine mancano 4’30”. Capuozzo sull’azione prolungatissima compie un mezzo prodigio su Sapinho che era stato liberato a sinistra. Il portiere degli abruzzesi nulla può però sul successivo sinistro di Guinho, dopo stop perfetto di suola, che manda in visibilio il palazzetto dello sport fanese.

Finale nervosissimo. Il Loreto Aprutino protesta per un tocco di mano in area pesaro-fanese giudicato involontario. Proteste vibranti che costanto l’espulsione a Lona, che comunque era in panchina. Alla ripresa del gioco gli arbitri pareggiano il conto dei rossi estraendo il secondo giallo sotto il naso di Cavahni, a seguito di una scivolata fuori area. Italservice ridotto in quattro per i restanti 1’20”. Sulla punizione ospite dal limite Pinguim salva sulla linea. Poi da zero metri il Loreto Aprutino sbaglia il gol-vittoria, che però trova Sampaio a 12 secondi dalla fine. Brutta botta per il PesaroFano. Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>