Acqua pubblica, la replica dell’assessore al consigliere della Lega Nord

di 

30 gennaio 2012

Acqua pubblica, Porto a Lunghi: «No alle strumentalizzazioni, il tavolo democratico necessario per l’applicazione delle indicazioni referendarie»

PESARO – Dopo i giorni del dibattito e delle mozioni sul capitolo acqua pubblica, l’assessore Tarcisio Porto vuole fare chiarezza. Soprattutto perché «chi attacca pretestuosamente e con motivazioni, peraltro, neanche troppo raffinate la maggioranza e la giunta provinciale non è coerente». Punto primo: «E’ evidente – sottolinea l’assessore – che il consigliere Daniele Lunghi strumentalizza la questione. Ma vorrei ricordargli che la sinistra ha sposato, fin dall’inizio, le ragioni del referendum. Mentre la Lega non ha partecipato alla campagna, non si è impegnata nella raccolta firme e non ha quindi titoli per farci la morale. Anche perché ha tutelato, in questi anni, la privatizzazione all’eccesso dell’acqua pubblica». Non solo: «L’impegno preso dalla maggioranza e dalla giunta – continua Porto – è percorrere la strada dell’applicazione coerente delle indicazioni provenienti dalla consultazione popolare. Per fare questo, il tavolo tecnico aperto ai comitati, e richiesto da loro stessi, è lo strumento più realistico. L’idea del tavolo è nata a livello nazionale, dal Forum per l’acqua pubblica». L’assessore aggiunge dettagli: «Il tavolo, che sarà convocato a breve, non sarà un percorso che durerà anni ma porterà a decisioni rapide. Non ci sono oggi norme definite sul tema. La confusione è tanta, specie sulle questioni del patto di stabilità per le partecipate e sul livello dell’indebitamento rispetto agli investimenti. E per questo è necessario partire dalla nostra esperienza e discutere con tutti i principali soggetti, dai cittadini alle associazioni dei consumatori. Quanto al resto, abbiamo sempre ribadito di non volere gli utili sull’acqua. E di reinvestirli per contrastare il problema della crisi idrica».  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>