Confartigianato Trasporti contro i divieti di circolazione sull’A/14 e sulle strade extraurbane

di 

1 febbraio 2012

Confartigianato Trasporti contro i divieti di circolazione sull’A/14 e sulle strade extraurbane.

 

Camion

PESARO – Anche se in mancanza di vera neve, la società autostrade per l’Italia ed i prefetti delle Marche, dell’Umbria, dell’Emilia –Romagna  e della Toscana, hanno emesso ordinanze di divieto dalle ore 24 del 31 gennaio ai veicoli industriali di peso superiore a 7,5 tonnellate sia sull’autostrada che sulla rete stradale extraurbana.

In pratica si tratta di un fermo della circolazione degli autocarri come se si trattasse di un giorno festivo e oltretutto fino a revoca cioè fino a quando non cesserà il maltempo.

Una scelta ingiustificata ed assurda che ha sancito la paralisi di tutto il traffico merci, intasando le strade statali e locali, quando ancora non si erano registrate soprattutto sulla fascia costiera alcuna precipitazione di tipo nevoso.

Come organizzazione non possiamo che stigmatizzare l’iniziativa in quanto seriamente penalizzante per un comparto già in gravissime difficoltà economiche .

Confartigianato Trasporti chiede che se le condizioni non subiranno ulteriori e più gravi peggioramenti, l’immediata revoca del divieto e l’intervento della protezione civile e del ministero degli interni al fine di evitare il ripetersi di scelte così penalizzanti per coloro che lavorano su strade e autostrade

Raccomandiamo inoltre agli organi di controllo di considerare le difficoltà che gli autotrasportatori hanno nel conoscere tempestivamente queste informazioni e di svolgere

Un azione di informazione e sensibilizzazione verso i trasportatori ignari dei provvedimenti e facilitarne il rientro verso le proprie sedi di lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>