Il Tar sospende il Daspo ai 33 ultras della Vis… anzi no

di 

2 febbraio 2012

Vis Pesaro-Olympia Agognese, protesta ultras

La protesta degli ultras dopo il provvedimento del questore di Ancona (foto Marco Giardini)

ANCONA – Niente più Daspo né obbligo di firma? Nelle ore scorse era circolata in ambiente forense la notizia che il Tar delle Marche aveva concesso la sospensiva al provvedimento dell’autunno scorso che aveva interessato 33 tifosi della Vis Pesaro calcio, scattato per volontà del questore di Ancona dopo la trasferta di Jesi del 25 settembre scorso. In realtà non sarebbe così… anzi il tutto è vero solo in parte. Nel senso che è sì stato sospeso il divieto di accesso alle manifestazioni sportive ma solo a chi aveva fatto ricorso al tribunale amministrativo regionale. Cioè a due dei 33 ultras occupanti il pullman al cui interno, in occasione della gara Jesina-Vis Pesaro, sarebbero stati rinvenuti bastoni e mazze che però non sarebbero stati usati ma solo custoditi a titolo preventivo, diciamo così.

Divieto di accedere alle manifestazioni sportive e obbligo di firma nei giorni delle partite annullati per due dunque. O meglio sospesi, in attesa dell’udienza di merito del Tar fissata a breve.

Un commento to “Il Tar sospende il Daspo ai 33 ultras della Vis… anzi no”

  1. DAVIDE scrive:

    BENISSIMO SONO CONTETNO X LORO ALMENO ANCHE LA VIS TORNERA AD AVERE UN VERO TIFO QUELLO CHE CONTA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>