Inferno a Urbino: neve, gelo, blackout e pochi alimenti

di 

3 febbraio 2012

Neve Urbino

Un'immagine di Urbino sepolta dalla neve

URBINO – Inferno bianco nella città dei duchi. A Urbino, dopo l’abbondante nevicata delle ultime 48 ore, continuano a cadere dal cielo fiocchi a iosa.”La situazione è molto complicata, visto che si è superato il metro di neve con punte, sulle Cesane, anche oltre un metro e mezzo”. A dirlo è la polizia stradale che informa come la circolazione stradale, comunque, tutto sommato è nella norma. Il problema non sono le strade in sé – la provinciale 423 che conduce a Pesaro e la 73 bis che va verso Fano sono sì imbiancate ma si circola tutto sommato benino – ma tutto quello che ne deriva. Il passaggio dei mezzi spartineve ha liberato le sedi viarie principali ma non può far nulla ai margini delle stesse, con la conseguenza che non si può circolare.

 

La città è bianca e trema… dal freddo. Il blackout elettrico ha infreddolito la città, con l’acqua che in molte zone non scorre dai rubinetti a render la situazione ancor peggiore. A Pallino una donna è rimasta leggermente ustionata mentre tentava di spegnere una bombola a Gpl usata per scaldarsi.

Le linee dei vigili del fuoco sono roventi, se è vero che stamattina un pompiere chiedeva di tener libera la linea se non per la segnalazione di emergenze. Informazioni saranno date nelle prossime ore quando – si spera – la situazione sarà migliorata.

A forte rischio il derby di pallavolo femminile tra Chateau d’Ax Urbino e Scavolini Pesaro. Quisquilie a confronto dei viveri che in certi supermercati e negozi cominciano a scarseggiare, visto che da due giorni i Tir non passano più.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>