Lapponia? No, Fano

di 

4 febbraio 2012

FANO  – Il mattino ha l’oro in bocca. E pure la neve. Come in Shining, alle prime luci dell’alba, Fano si è svegliata in un incubo preannunciato a suon di bollettini meteo, cipolle e annunci vari. Pensavamo di averla scampata, alla faccia di ogni previsione: questa mattina, invece, ecco neve fin sulla spiaggia e vento tagliente dal mare. Una bufera in piena regola.  Con relativa viabilità al limite, nonostante il passaggio continuo (almeno sulle vie principali) degli spazzaneve.  Non sono mancate le polemiche, vedi l’intervento della Fano dei Quartieri. Fano, con i suoi eventi previsti nel fine settimana, è così finita  in toto nel congelatore: rimandato il Gran Galà del Carnevaleal Teatro della Fortuna previsto per questa sera e la Festa della Gluppa del pesce Azzurro. Rimandata pure la festa al Teatro della Fortuna “The Party” di domenica. Matteo Ricci ha chiesto ufficialmente lo “stato di emergenza e calamità naturale” per il territorio. E non è finita perché la situazione resterà invariata almeno fino a lunedì 6 febbraio. Lo annuncia un avviso di allerta meteo diffuso dalla Protezione civile regionale, che segnala temperature sotto lo zero e gelate notturne. Nell’arco di 36-48 ore sono possibili cumulate di neve fresca mediamente di 5-10 centimetri. Con possibili altri rovesci nevosi sulla fascia costiera settentrionale.

 

LA GALLERIA FOTOGRAFICA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>