Camionisti in ginocchio: “In un mese 80% di fatturato in meno”

di 

8 febbraio 2012

Mancate prese e consegne, gli autotrasportatori chiedono un rinvio delle scadenze. Difficoltà nell’approvigionamento del gasolio

Dopo il fermo la neve, camionisti pesaresi in ginocchio: “In un mese 80% di fatturato in meno”

 

Camion paralizzati sulla neve

Camion paralizzati sulla neve

PESARO – Ottanta per cento di fatturato in meno. E’ quanto in media hanno registrato gli autostraportatori della provincia di Pesaro e Urbino in questi ultimi trenta giorni.

“Prima il fermo dei Tir, che ha provocato danni anche a chi non ha aderito alla protesta, adesso l’emergenza neve e ghiaccio. Le imprese dell’autotrasporto della provincia di Pesaro e Urbino sono in ginocchio”.

Il presidente provinciale di CNA-FITA, Oscar Gasperini lancia l’allarme per il settore dell’autotrasporto merci che sta vivendo uno dei momenti peggiori dal dopoguerra ad oggi. “Abbiamo viaggiato pochissimo – dice Gasperini – con carichi e consegne ridotte al lumicino per la maggior parte delle aziende della provincia. Prima lo sciopero, poi questa nevicata e le altre che sono in previsione per il fine settimana. In molti casi prese e scarichi non sono stati possibili per l’impraticabilità di molte zone artigianali ostruite da cumuli di neve”.

“Si tratta – dice ancora Gasperini – di mancati introiti che per molte imprese ammontano a diverse migliaia di euro.

A questo si aggiunga il caro carburanti e la difficoltà nell’approvigionamento del gasolio come in molti distributori dell’entroterra. Non so quanto potremo andare avanti in queste condizioni”.

Il presidente di CNA-FITA fa appello alle istituzioni locali e ai parlamentari perché si attivino per ottenere dal Governo un provvedimento URGENTE per le aziende di autotrasporto colpite dal maltempo che rinvii le scadenze per il pagamento delle imposte (Iva, Inps, Inail). Se invece dovesse scattare la richiesta dello stato di emergenza, chiediamo che non vengano toccate le accise sui carburanti, sarebbe una vera e propria sciagura nella sciagura”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>