Giornata mondiale del malato: Piero Coccia visita i pazienti del San Salvatore

di 

8 febbraio 2012

Due momenti per riflettere sul messaggio lanciato da Benedetto XVI: “Chi crede non è mai solo”.

 

Mons. Piero Coccia

Mons. Piero Coccia (foto Giardini)

PESARO – Articolata in due giornate la visita di Sua Eccellenza Arcivescovo Monsignor Piero Coccia nel presidio ospedaliero San Salvatore dell’azienda Ospedali Riuniti Marche Nord in occasione della XX Giornata mondiale del malato, che si celebra l’11 febbraio. Si entra subito nello spirito degli incontri giovedì 9 febbraio alle 9.30. L’appuntamento è nello stabilimento centrale di Piazzale Cinelli dove Monsignor Coccia, dopo una breve sosta con i medici e il personale sanitario, entrerà nei reparti partendo dalla Chirurgia generale e chiudendo, intorno alle 13, in Pediatria. Una mattinata intensa anche quella di venerdì 10 febbraio nello stabilimento di Muraglia. Partendo dalla Radioterapia intorno alle 10, l’Arcivescovo si sposterà nel reparto di Malattie Infettive, Ematologia, Oncologia, per chiudere alle 11.30  con le insegnanti e i bambini della Scuola in Ospedale.

Al centro degli incontri e delle visite ai pazienti, ai loro familiari e al personale sanitario, una riflessione sull’importanza dei “sacramenti di guarigione”, cuore del messaggio del Papa, e sul tema dominante di questa XX Giornata Mondiale del Malato: “Alzati e va: la tua fede ti ha salvato” tratto dal Vangelo di Luca. Benedetto XVI sottolinea che “chi crede non è mai solo” e indica i sacerdoti impegnati negli ospedali come “veri ministri degli infermi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>