Niente tasse per le imprese colpite dalla neve, l’Agenzia delle Entrate disponibile

di 

9 febbraio 2012

Ascoltato l’appello della CNA. Ora le istituzioni devono comunicare le aree interessate.

 

logo Cna

PESARO – “Il nostro appello è stato ascoltato”. La Cna di Pesaro e Urbino accoglie con soddisfazione la notizia diffusa questa mattina dall’Agenzia delle Entrate circa “la possibilità di disapplicare le sanzioni previste per i ritardi previsti nel pagamento delle imposte da parte delle imprese colpite dal maltempo”.

Non è ancora una conferma alle nostre richieste ma un primo segnale di disponibilità. In un momento così grave – dicono il presidente provinciale e vicepresidente nazionale Giorgio Aguzzi ed il segretario provinciale Camilla Fabbrisi tratterebbe di una piccola ma importante boccata d’ossigeno per almeno 16mila imprese del nostro entroterra alle prese con una vera e propria emergenza. Con imprese che debbono ancora fare i conti con una nuova ondata di maltempo, potrebbe essere questa una mano tesa del Governo in un quadro generale davvero sconfortante che porta la conta dei danni in provincia di Pesaro e Urbino ad oltre 50milioni di euro in questi primi giorni di emergenza neve”.

Ora, come lascia intravedere la stessa Agenzia delle Entrate – continuano Aguzzi e Fabbri – dovranno essere le stesse Istituzioni locali (Regione, Provincia), a segnalare ufficialmente al Governo le aree interessate dai danni causati dal maltempo”.

Tuttavia, in considerazione dell’incertezza relativa alle aree/territori che potrebbero essere individuati con apposito provvedimento, l’invito alle imprese è comunque a predisporsi al rispetto della scadenza delle imposte per il prossimo 16 febbraio. Manca ancora infatti l’ufficializzazione della disapplicazione delle sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate e fino ad allora è ancora valida la scadenza del 16 febbraio 2012.

La Cna di Pesaro e Urbino seguirà attentamente l’evolversi della situazione e comunicherà tempestivamente alle imprese modalità e termini per poter ottenere l’eventuale annullamento delle sanzioni in caso di eventuale slittamento del pagamento delle imposte da parte delle aziende in difficoltà.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>