Giorno del Ricordo, consiglio congiunto e premiazione concorso “L’Istria e la sua storia”

di 

10 febbraio 2012

PESARO – Autorità civili e militari, cittadini e studenti hanno partecipato alla seduta congiunta del consiglio provinciale e comunale, voluta dai presidenti Luca Bartolucci e Ilaro Barbanti per celebrare il “Giorno del ricordo”. La cerimonia, svoltasi in Provincia, ha visto anche la premiazione dei vincitori della terza edizione del concorso “10 febbraio Giorno del ricordo. L’Istria e la sua storia”, rivolto a cittadini e scuole, promosso da Ades (Associazione amici e discendenti degli esuli giuliani, istriani, fiumani, dalmati), Provincia (Presidenza del consiglio) e Comune di Pesaro (assessorato alla Cultura) per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Dopo l’intervento del presidente del consiglio provinciale Luca Bartolucci (che nel portare il saluto del presidente della Provincia Matteo Ricci, impegnato nell’emergenza maltempo a Urbino, ha evidenziato il valore di questa celebrazione e l’obiettivo di puntare sempre più lo sguardo alle nuove generazioni, affinché il ricordo non sia privo di significato), si sono susseguite le riflessioni del prefetto di Pesaro Attilio Visconti (sull’importanza del ricordo come filo d’oro che unisce le generazioni, consentendo di ricominciare e correggere gli errori del passato), del sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli (che si è soffermato sull’istituzione nel 2004 della “Giornata del ricordo”, sottolineando come nell’arco di poco tempo sia raddoppiata tra la popolazione la conoscenza delle tragiche vicende delle foibe) e dei vicepresidenti del consiglio provinciale Mattia Tarsi (“Mai più devono esserci stermini e guerre in nome degli ideali ed è questa la sfida che dobbiamo cogliere”) e comunale Caterina Tartaglione (“Il ricordo non è né indolore né asettico, ci sono state persone che hanno contribuito con il loro sacrificio alla costruzione di una cultura democratica”). Ha preso poi la parola il presidente dell’associazione giuliano-dalmati Eugenio Vagnini, a cui è stata consegnata una targa da Bartolucci e Barbanti, per poi procedere alla premiazione dei vincitori del concorso. Un’iniziativa che, come spiegato dal coordinatore provinciale Ades Carlo Alberto Consani, “ha fatto registrare ad ogni edizione una crescita di qualità e partecipazione, dai più svariati comuni del territorio e nelle più diverse fasce di età, con un’attenzione anche alle ripercussioni che le vicende delle foibe e dell’esodo hanno avuto sul nostro territorio provinciale”. La coerenza del concorso con la legge istitutiva della “Giornata del ricordo” è stata sottolineata anche dall’assessore alla Cultura del Comune Gloriana Gambini..

La giuria, composta da Carlo Alberto Consani (coordinatore provinciale Ades), Gaetano Vergari (responsabile Beni cultuali del Comune di Pesaro) e Giovanna Renzini (giornalista ufficio stampa della Provincia), ha assegnato il primo premio categoria “Adulti” ad Anna Tangocci di Montecchio per lo scritto “Mai Più”. Nella categoria “Scuole di primo grado” il primo premio è andato a Camilla Canali e Francesca Coli della classe seconda A dell’Istituto comprensivo “Pascoli” di Urbino (sede distaccata di Gallo di Petriano) per lo scritto “Le foibe”. Nella categoria “Scuole secondarie di secondo grado” si sono aggiudicate il primo premio le classi terza A, quarta A e prima M del liceo scientifico e musicale “G. Marconi” di Pesaro per una ricerca e un video su Padre Damiani, mentre al secondo posto si è classificata la quinta F, sempre del liceo “Marconi”, che ha presentato una sceneggiatura del libro di Stefano Zecchi “Quando ci batteva forte il cuore” ed una ricerca. Terzi classificati, ex aequo, l’Istituto d’istruzione superiore “Cecchi” di Pesaro (classi terza B e quinta B con il video “Derubati della storia”) ed il liceo artistico “Mengaroni” di Pesaro (classi quarta e quinta AM sezione grafica pubblicitaria con una serie di elaborazioni per immagini). Quarta classificata la quarta F del Liceo “Marconi” per il video “Addio Pola!”, mentre quinto classificato è stato Carlo Curina della seconda D del liceo “Nolfi” di Fano con la poesia “A te, o Istria”.

Una menzione speciale è stata assegnata dalla giuria agli studenti dell’Istituto “Olivetti” di Fano Serena Accongiangioco, Oscar Beder, Giuseppe Claudio Gentile e Martina Orsini della quarta AG per il video “Ricordo 2012”. Ai vincitori sono stati consegnati buoni libro, ai partecipanti un attestato.

 

LE FOTO DELLA MATTINATA



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>