Pesaro e Fano, anche la costa stritolata dalla neve

di 

11 febbraio 2012

PESARO – Dalle ore 16 del giorno 10 febbraio è iniziata una copiosa e persistente precipitazione nevosa che ha interessato tutto il territorio comunale.

Immediatamente è stato messo in atto il piano di emergenza neve predisposto dall’Amministrazione comunale mettendo in campo più di sessanta mezzi operativi dotati di lama spandi neve e macchine spargi sale per liberare in prima battuta le arterie principali del territorio comunale per poi passare sulle strade secondarie.

Purtroppo da ieri pomeriggio a tutt’oggi le precipitazione nevose sono copiose e  persistenti (sono caduti in zona centro mare circa 50 cm di neve e circa 90 cm nelle zone collinari) che ad ogni passaggio delle macchine operatrici immediatamente dopo si riforma una coltre nevose di grande consistenza invalidando in parte il lavoro già effettuato.

La società Autostrade ha interrotto il traffico da Fano a Cattolica e la riapertura del casello di Pesaro è avvenuta alle 18.30 circa per i soli mezzi pesanti, direzione nord, per liberare le arterie principali che erano intasate da autotreni in attesa di entrare in autostrada .

La crisi maggiore della viabilità è causata dai mezzi privati, automobili, furgoni, autotreni, che circolando senza catene e senza gomme termiche, immobilizzandosi spesso in mezzo alle strade fermando di conseguenza la circolazione stradale.

Molte squadre con altrettanti mezzi operativi sono stati distolti dal loro intervento di pulizia sulle strade proprio per andare in soccorso a tali mezzi impantanati sulle strade al fine di non bloccare la circolazione. Altri interventi sono stati effettuati per andare ad estrarre persone dai loro mezzi bloccati in parcheggi e strade in quanto anch’essi non muniti né di catene né di gomme termiche.

Molto alto il  numero di  rami e alberi in particolre nella città, in misura minore nelle zone periferiche.    Domani mattina squadre integrative – rispetto a quelle impegnate nella giornata di oggi – di circa 16/20 persone saranno impegnate esclusivamente per rimuovere  e tagliare le piante cadute o che presentano pericoli per la viabilità.

La copiosa nevicata ha causato continui crolli di alberature stradali e cortilive (oltre duecentocinquanta i casi segnalati) ostruendo la già precaria viabilità. In diversi casi le alberature sono crollate su automobili e in un caso su un pedone in transito (nei pressi del lavatoio a Santa Veneranda). La caduta di un albero su una abitazione privata su strada di Caprilino ha reso inagibile il fabbricato. La famiglia è stata momentaneamente alloggiata all’hotel Flaminio.

Intanto, si comunica che lo spettacolo di domenica 12 febbraio, Mirtillo Pizzico e la Crostata della Compagnia del Serraglio, è annullato causa emergenza neve.
Sarà riproposto DOMENICA 4 MARZO. Coloro che avevano già acquistato i biglietti in prevendita potranno scegliere se utilizzarli o per lo spettacolo del 26 febbraio o per quello del 4 marzo.
  

Situazione critica anche a Fano. A San Lazzaro i cittadini attivi sono disponibili a fare la spesa e piccole commissioni (spalare la neve davanti casa, andare in farmacia o accompagnare dal dottore) ad anziani e persone con difficoltà ad uscire di casa. Il servizio è gratuito. Per info: 3483596892, chiedere di Stefano e Melanie, Leandro e Fedora, Davide.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>