Scaldiamoci con il Jazz: la grande musica nei teatri storici

di 

13 febbraio 2012

PESARO – Cinque mesi all’insegna del grande jazz in un affascinante itinerario artistico nei teatri storici della provincia di Pesaro e Urbino. Parte sabato 18 febbraio, per concludersi il 2 giugno, la XII edizione di Jazz ‘in provincia, tradizionale rassegna che accompagna gli appassionati di musica di qualità fino alle porte dell’estate, ospitando artisti di fama nazionale ed internazionale in teatri di grande valore storico e architettonico del territorio.

Yama

Yama

Organizzata dalla Provincia di Pesaro e Urbino (assessorato Politiche culturali e valorizzazione beni storici e artistici) e dal Fano Jazz Network, in collaborazione con i Comuni di Pesaro, San Costanzo, Acqualagna, Cagli, Macerata Feltria, Gradara, l’associazione musicale “Il Barco” di Urbania e l’associazione Ama (Accademia musicale acqualagnese) di Acqualagna, la rassegna rientra nel più ampio progetto “Parco dei Teatri Jazz” che reca il marchio di “Marche Jazz Network” (polo associativo che riunisce “Ancona Jazz”, “Fano Jazz Network” e “TAM – Tutta un’altra musica”) e “Musicamdo”, vale a dire le più significative realtà della regione attive in ambito jazzistico.

“Con questa manifestazione – evidenzia l’assessore provinciale alle Politiche culturali Davide Rossi – intendiamo ogni anno portare l’attenzione sulla musica jazz e più in generale su quella contemporanea, spesso non sufficientemente valorizzata o sostenuta dagli enti pubblici. Anche il programma di quest’anno è di grande qualità e ringrazio i Comuni che hanno aderito per aver voluto continuare ad investire in questa espressione artistica nonostante le difficoltà di bilancio”.

“Il programma di quest’anno – commenta il direttore artistico Adriano Pedini – riconferma il grande valore artistico che ha sempre caratterizzato l’iniziativa, con la presenza di vip internazionali (come il pianista israeliano Yaron Herman in esclusiva italiana e la grandissima pianista nipponica Chihiro Yamanaka), grandi artisti nazionali (tra cui Rita Marcotulli, vincitrice del ‘Top Jazz 2011’ come migliore musicista, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Roberto Gatto, Renato Sellani e Rosario Giuliani) e giovani talenti del jazz (come il pianista Fabio Giachino, vincitore premio internazionale ‘Massimo Urbani’, Fulvio Sigurtà miglior nuovo talento ‘Top Jazz 2011’ e Claudio Filippini, anche lui miglior nuovo talento ‘Top Jazz 2011’. Verrà inoltre proposta la terza edizione del “Furlo Jazz Award”, quest’anno assegnato a Renato Sellani, mentre tra gli appuntamenti da non perdere c’è una produzione originale di Marche Jazz Network, che vede insieme l’Orchestra sinfonica marchigiana ed il solista Fabrizio Bosso, per un omaggio alle musiche di Nino Rota, di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita”.

Insieme ai concerti, anche quest’anno saranno organizzati eventi collaterali, dei “Plus”  in stretta relazione e sinergia con Pro loco e associazioni locali, che arricchiranno gli appuntamenti musicali con cene, degustazioni enogastronomiche di prodotti a km zero, e le immancabili Jam Session.  Novità 2012 sarà il servizio ‘Jazz Bus’, istituito in collaborazione con Adriabus, con partenze da Pesaro e ritorno, per consentire agli interessati di raggiungere le aree più interne, come Macerata Feltria, Cagli e Urbania.

IL PROGRAMMA

Tutti i concerti inizieranno alle ore 21.15

 

Marcotulli, Girotto e Biondini

Marcotulli, Girotto e Biondini

Sabato 18 febbraio, al Teatro Comunale di Gradara appuntamento con il Fabio Giachino Trio (special guest Rosario Giuliani). Vincitore del Premio Internazionale Massimo Urbani 2011, il pianista Giachino guiderà una formazione che vede schierati Davide Liberti al contrabbasso e Ruben Bellavia alla batteria. Per l’esibizione di Gradara Fabio Giachino, che presenta il suo ultimo disco in uscita dopo la vittoria dell’ambitissimo premio, si avvale di una partecipazione prestigiosa come quella del sassofonista Rosario Giuliani, a sua volta vincitore del Premio Urbani (nel 1996), e considerato uno dei più rappresentativi musicisti italiani. 

Sabato 17 marzo, al Teatro Battelli di Macerata Feltria, appuntamento con un trio straordinario: Rita Marcotulli, Luciano Biondini, Javier Girotto. Formazione guidata da una tra le più stimate pianiste della scena jazz internazionale che presenterà il nuovo album “Variazioni su Tema”. Assieme a Rita Marcotulli, vincitrice del Top Jazz 2011 come miglior musicista dell’anno, il trio si presenta con il sassofonista argentino Javier Girotto  e con il maestro indiscusso dell’accordeon Luciano Biondini nel nuovo progetto prodotto da S’Ardmusic.
Musiche tratte e ispirate dalle composizioni di Rita Marcotulli per il cinema e rielaborate da un trio straordinario per queste “Variazioni sul Tema”.

Sabato 24 marzo, al Teatro Bramante di Urbania, è di scena il Roberto Gatto-Organ Project, trio straordinario che vede schierati oltre al batterista romano anche Luca Mannutza all’organo e Max Ionata al sassofono. Il concerto (realizzato in collaborazione con il Comune di Urbania (assessorato alla Cultura) e l’associazione Musicale “Il Barco”, sarà preceduto (alle 18), al Teatro Bramante, da un incontro con il più noto batterista italiano: Roberto Gatto. Di recente formazione, la formula è quella collaudata del classico “Organ Trio”. I tre artisti si confronteranno con un repertorio che spazia dai brani  originali prevalentemente composti da Roberto Gatto ad alcuni dei più noti standards della storia del  Jazz.

Sabato 21 aprile, la rassegna si sposterà al Teatro Rossini di Pesaro per un concerto in esclusiva italiana realizzato in collaborazione con il Comune di Pesaro (assessorato alla Cultura). Sul palco Yaron Herman-Piano Solo. Ascoltato per la prima volta in Italia durante l’edizione 2008 di “Fano Jazz By The Sea”, Yaron Herman è uno dei pianisti tecnicamente più ferrati delle ultime generazioni. Il 2003 è l’anno del debutto discografico, Takes 2 To Know 1, cui seguiranno altre incisioni che permetteranno a Yaron Herman di mettersi in piena luce e di conseguire diversi riconoscimenti, oltre che di suonare in tutta Europa, Giappone, Cina e Stati Uniti. Nel suo approccio pianistico si colgono influenze di Lennie Tristano, Paul Bley e Keith Jarrett e la sua musica attinge anche al mondo della musica classica (Scriabin e Ravel) e del pop (Sting, Bjork). L’album più recente di Yaron Herman si intitola Follow The White Rabbit, registrato nel 2010 e pubblicato lo stesso anno dalla tedesca ACT Recods.

Mercoledì 25 aprile, Jazz ‘in provincia si sposterà al Teatro Comunale di Cagli,  per il concerto del Chihiro Yamanaka Trio. Sul palco la pianista giapponese che ha già 13 dischi all’attivo sulla prestigiosa Verve Records. Miglior pianista in Giappone e acclamata in USA, Chihiro Yamanaka si è imposta tra le più importanti della scena jazzistica  contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni ha effettuato concerti in piano solo, in trio e con Orchestra in jazz festival e venue tra i più importanti al mondo, recentemente si è esibita al prestigioso Lincoln Center di New York. A Jazz ‘in provincia, si presenta con il trio composto da: Mauro Gargano (contrabbasso) e Mikey Salgarello (batteria).

Sabato 5 maggio, al Teatro Comunale di Cagli, un concerto realizzato in collaborazione con il Comune di Cagli (assessorato ai Beni e Attività Culturali), Marche Jazz Network e l’Orchestra Filarmonica Marchigiana (Form). “The Enchantment”, L’incantesimo di Nino Rota, un progetto originale con Fabrizio Bosso tromba solista e l’Orchestra Filarmonica Marchigiana diretta da Stefano Fonzi. Alla parte ritmica Claudio Filippini (piano), Rosario Bonaccorso (contrabbasso) e Lorenzo Tucci (batteria).  Un concerto omaggio  al compositore a cento anni dalla nascita con le musiche più celebri delle sue colonne sonore rielaborate dalla Form e dal più famoso e virtuoso trombettista jazz italiano.

Sabato 12 maggio appuntamento al Teatro comunale di San Costanzo con il Sigurtà- Filippini Duo e la presentazione del disco Trough the Journey. Il duo Fulvio Sigurtà (tromba-flicorno) e Claudio Filippini (piano), propone due dei più cristallini talenti della nuova generazione insieme sul palco per dar vita a una delle formazioni più interessanti dell’anno. In programma un repertorio originale nato dalle bellissime penne dei due artisti e un pezzo suggestivo come Almost Blue di Elvis Costello, faranno parte del live che li vedrà protagonisti. Ormai da anni tra i più richiesti sidman in circolazione, i due giovani musicisti si stanno facendo notare anche accanto ai più importanti artisti italiani, e proprio nell’ultimo Top Jazz indetto dalla rivista Musica Jazz, hanno lasciato il segno aggiudicandosi rispettivamente il primo (Sigurtà) e il terzo posto (Filippini) nella categoria miglior nuovi talenti.

Sabato 2 giugno, la conclusione di Jazz ‘in provincia è ad Acqualagna, al Teatro “Conti” con il Furlo Jazz Award 2012, premio ai migliori musicisti marchigiani. Nel corso della serata, che popone il concerto del Renato Sellani Trio, è prevista la consegna del premio al maestro Renato Sellani. Sul palco il pianista sarà accompagnato da Amini Zarrinchang (contrabbasso) e Massimo Manzi (batteria). Una carriera leggendaria accompagna questa icona del jazz italiano che ha iniziato la sua avventura nel 1958 a Milano invitato dal suo amico Franco Cerri. Il 1960 segna l’incontro con Chet Baker che lo scelse come pianista per l’incisione di un album a cui seguì una tournee. Scrisse inoltre moltissime musiche per il teatro, fra cui “Aspettando Godot” di Samuel Beckett per il Piccolo Teatro di Milano e “Puntila e il suo servo Matti” di Bertold Brecht per lo Stabile di Torino; Tino Buazzelli lo volle per molti suoi spettacoli. Sellani ha suonato con i più grandi musicisti jazz di fama mondiale, come Lee Konitz, Sarah Vaughan, Jula De Palma, Enrico Rava, Dizzy Gillespie, Irio De Paula, Phil Woods, Bill Coleman. Nel 2008 gli è stato assegnato l’Honorary Award (Premio alla Carriera) nell’ambito degli Italian Jazz AwardsLuca Flores2008.

I possessori della “Marche Jazz Card” potranno usufruire di sconti sul prezzo dei biglietti dei concerti di Jazz ‘in provincia e di tutti gli altri concerti a pagamento del circuito regionale.

Per informazioni: Fano Jazz Network, tel. 0721 803043 – prenotazioni 342 0601568   sito internet: www.fanojazznetwork.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>