Tetti crollati, caduta neve e ghiaccio: è ancora allarme bianco

di 

13 febbraio 2012

URBANIA – Col passare delle ore si moltiplicano le notizie di danni alle cose causati dall’eccezionale precipitazione nevosa che ha messo in ginocchio il nostro territorio.

La Madonna col Bambino

La Madonna col Bambino di Barocci, dipinto messo in salvo dal Santuario del Santissimo Crocifisso di Urbania interessato da crollo

A Urbania, nel Santuario del Santissimo Crocifisso, uno squarcio s’è aperto nella campata della navata centrale. Salvata fortunatamente la Madonna con bambino, importante opera di Federico Barocci datata 1605-1612.

Danni ingenti anche a Urbino, dove è caduta una trave del convento di San Francesco che ospita la Cappella Albani, e dove è rimasta danneggiata anche una parte della volta della chiesa dei Cappuccini.

 

 RISCHIO DI CADUTA NEVE E GHIACCIO DAI TETTI

L’Amministrazione comunale di Urbino invita i cittadini a fare grande attenzione ai cumuli di neve e stalattiti di ghiaccio che nelle prossime ore potrebbero cadere dai tetti dei palazzi.

Nelle prossime giornate è infatti previsto un aumento delle temperature, con conseguente di scioglimento e caduta di consistenti masse di neve. Si raccomanda ai cittadini di non sostare sotto cornicioni e grondaie.

PESARO E FANO

Difficilissimo muoversi in auto anche a Pesaro e Fano città: le strade, anche quelle principali, sono un insieme di buche, neve, zone dove riemerge l’asfalto, ghiaccio. Anche con le catene si procede a passo d’uomo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>