Confartigianato, una task force per le aziende affondate dalla neve

di 

14 febbraio 2012

PESARO – Nevicate senza tregua in un territorio abituato alle temperature miti. Gelate senza pari a cui rischiano di seguire una serie di allagamenti e frane. Non solo lavoratori disoccupati e capannoni crollati che secondo le notizie che arrivano dalle sedi comunali di Confartigianato, già si contano a decine, ma danni e lesioni le cui entità si riveleranno solo nei tempi a seguire.

Capannone neve

Un capannone distrutto dalla neve

Alla crisi dei mercati, al ritardo dei pagamenti per le nostre imprese si aggiungono lo stop forzato per il crollo dei capannoni o per il blocco dei trasporti sulle strade provinciali e sull’A14.

Nei prossimi giorni si verificheranno le problematiche dello smaltimento dei materiali tra cui il pericoloso eternit, cosa che aggraverà i costi per le imprese.

Per questo Confartigianato chiede all’Agenzia delle Entrate e ad Equitalia di sospendere le scadenze dei pagamenti e alle banche una moratoria sulle scadenze dei mutui.

La Confartigianato ha fin da subito costituito una squadra di tecnici ed esperti che nei prossimi giorni visiteranno le imprese in difficoltà per fornire un primo supporto tecnico e indirizzare gli imprenditori nell’utilizzo dei provvedimenti che Camere di Commercio e Regione Marche stanno approntando.

Per tutti gli artigiani in difficoltà è a disposizione il numero di Confartigianato dedicato0721/437209 per segnalazioni e le richieste di assistenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>