Il brand “Fano Città del Carnevale” ha la sua tesi

di 

14 febbraio 2012

Davide Cecchini

Davide Cecchini

FANO -“Politiche di branding delle destinazioni: il caso Città di Fano”. È il titolo della tesi di laurea che il 22enne fanese Davide Cecchini, presenterà domani, mercoledì 15 febbraio, alle ore 17, nella sala Ipogea della Mediateca Memo-Montanari a pubblico e stampa in vista della discussione ufficiale con i docenti dell’ateneo dorico.

Il caso “unico” della trasformazione in brand del Carnevale di Fano, realizzatosi a Fano dallo scorso 28 marzo 2011, è stato scelto come argomento del lavoro finale dello studente iscritto all’Università Politecnica delle Marche alla facoltà di Economia “Giorgio Fuà” corso di laurea triennale in “Economia e Commercio. Marketing e gestione d’impresa”.

“Quando spiego il tema affrontato nel mio lavoro docenti e colleghi rimangono spesso stupiti” ha detto il giovane Cecchini che ha inoltre sottolineato perché ha scelto proprio questo argomento: “Per un fanese come me, nato e cresciuto nella Città del Carnevale, è stato interesante approfondire la storia, i tanti artisti che hanno esaltato le caratteristiche di questa manifestazione, le sue origini, e studiare e analizzare gli sviluppi attuali, ultimo dei quali la ‘brandizzazione’ di Fano Città del Carnevale. La scelta fatta dall’Amministrazione comunale è la prima e unica in Italia e ha portato a dei risultati molto positivi in termini di presenze turistiche nel territorio. I dati citati nella mia tesi ne sono una conferma”.

Cecchini, figlio di Luciano, presidente dell’Ente Carnevalesca, ha aggiunto: “E’ stato interessante capire come le caratteristiche usate per distinguere grandi multinazionali –dalla Barilla, alla Coca Cola, siano state utilizzate per caratterizzare un’intera città. L’immaginario creato dal brand è utilizzabile sia per oggetti, sia per entità territoriali come Fano”.

A introdurre la tesi sarà Alberto Santorelli, assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni del Comune di Fano, sostenitore ed elaboratore (insieme al presidente del Consiglio comunale Francesco Cavalieri), della proposta di delibera per l’integrazione dello statuto comunale con l’articolo, il 15 bis poi approvata il 28 marzo 2011.

“Creare il marchio ‘Fano Città del Carnevale’ –ha detto Santorelli- ha dato un importante impulso alla promozione turistica sia dell’evento, sia della città con importanti risvolti economici già registrati. Sono molto soddisfatto e orgoglioso del fatto che, a realizzare una tesi di laurea sul marchio, sia stato un giovane fanese”. Santorelli ha inoltre curato alcune delle osservazioni contenute nel testo.

Presenti all’appuntamento- previsto all’interno del programma del Carnevale di Fano 2012, tra gli altri, anche il professore Alberto Berardi, presidente Fic (Federazione Italiana Carnevali), il presidente di Ente Carnevalesca, Luciano Cecchini e il presidente di Ente Manifestazioni, Simone Spinaci.

Da domenica 12 febbraio è inoltre attiva la pista di pattinaggio sul ghiaccio “Che Bolletta!” in piazza Avveduti. Sarà possibile giocare, divertirsi e mettere alla prova le proprie doti “artistiche” fino al 4 marzo, tutti i giorni, dalle 15 alle 24. Costo ingresso 4 euro. Costo noleggio pattini 3 euro (prima ora, ore successive 4 euro). Info www.carnevaledifano.eu.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>