Terre di Mezzo, ecco le nuove date

di 

19 febbraio 2012

MONTE GIOVE – A causa della neve è stato necessario riprogrammare le date degli incontri di Terre di Mezzo. Ecco le nuove date:

• Venerdì 24 febbraio Testimoni della coscienza da Socrate ai giorni nostri. Sarà presente l’autore Anselmo Palini e Samuele Giombi, preside del liceo scientifico Torelli di Fano.

• Martedì 6 marzo Fare l’Italia, fare gli italiani – Cattolici nel Paese unito. Sarà presente il coautore, Paolo Trionfini (vice presidente nazionale dell’AC) e Laura Giombetti (consigliere nazionale dell’Azione Cattolica).

Gli incontri si terranno alle ore 21 presso la Sala Conferenze dell’eremo di Monte Giove e saranno coordinati da Francesco Torriani, presidente del circolo Culturale J. Maritain di Fano.

 

Copertina Testimoni della coscienza

TESTIMONI DELLA COSCIENZA DA SOCRATE AI GIORNI NORSTI

 

Un libro scomodo, non facile, sicuramente utile. Una serie di sei ritratti di persone che hanno preferito la morte al tradimento di quella che ritenevano la cosa giusta. Anselmo Palini ci regala una galleria di personaggi poco noti, o al massimo conosciuti solo attraverso una visione oleografica, che dovrebbero risuonare con forza nelle menti e nei cuori di tutti, specialmente nei giovani. Si parte da Antigone, unico personaggio di finzione (pur se terribilmente reale, più di molte cosiddette persone viventi) e si percorrono oltre duemila anni di storia occidentale, partendo da Socrate, personaggio simbolo di un certo modo di intendere la Grecia Classica, e arrivando fino alla Germania Nazista con storie del calibro di Franz Jagerstatter (contadino austriaco messo a morte perché si rifiutò di vestire la divisa di soldato nazista) e i componenti della Rosa Bianca (gruppo di resistenza al nazismo composto da studenti universitari).

Tra l’uno e gli altri tre altri ritratti: Massimiliano (cristiano che nel terzo secolo viene messo a morte per aver scelto di non fare il soldato nell’esercito romano), Tommaso Moro (giustiziato per non aver avallato l’atto di sottomissione a Enrico VIII), e Pavel Florenskji (sacerdote ortodosso e matematico ucciso nei gulag staliniani).

E’ vero, Jagerstatter o i ragazzi della Rosa Bianca sono stati uccisi dai nazisti. Non è arrivato un super eroe o un commando a liberarli. Ma i nazisti li hanno potuti solo uccidere. Non sconfiggere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>