Legge contro le dimissioni in bianco: una delegazione sarà dal prefetto

di 

22 febbraio 2012

PESARO – “Una nuova efficace legge contro le dimissioni in bianco”. E’ l’appello dal comitato “188 firme per la legge 188” raccolto da sindacati, partiti, associazioni, esponenti di tutto il mondo del lavoro. Domani, al termine della conferenza stampa programmata per le 10.30 nella sala rossa del Comune di Pesaro, una delegazione sarà ricevuta dal prefetto Attilio Visconti al quale sarà consegnata una lettera.

Legge contro le dimissioni in bianco

Le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno immediatamente aderito all’appello lanciato dal comitato nazionale promotore di “188 firme per la legge 188”, per chiedere norme più efficaci contro le dimissioni in bianco.

Sono numerose le donne di tutto il mondo del lavoro, dei partiti, delle associazioni e dei comitati che hanno aderito all’iniziativa.

Il 23 febbraio sarà consegnata una lettera sottoscritta da donne del sindacato, della politica, del giornalismo e della società civile al ministro del welfare Elsa Fornero.

A Pesaro, e in contemporanea in molte città d’Italia, si terrà una conferenza stampa, come detto alle 10.30 nella sala Rossa del Comune, al termine della quale una delegazione consegnerà la stessa lettera al prefetto Attilio Visconti.

Ecco quello che verrà chiesto: “Norme che prevengano e contrastino l’abuso nei confronti di giovani lavoratrici e giovani lavoratori – si legge nel testo – al momento dell’assunzione quando, capita che venga richiesto loro di firmare una lettera di dimissioni volontarie, definite in bianco perché senza data. La data sarà messa successivamente, per mandare via quella ragazza o quel ragazzo di fronte a una gravidanza, un matrimonio, un infortunio, una lunga malattia o la fine del periodo di incentivi per la loro assunzione.

La legge 188 sulle dimissioni in bianco del 2007, fu presentata in Parlamento con il consenso delle donne di tutto il centrosinistra e centrodestra che insieme presentarono un ordine del giorno, premessa al voto unanime con il quale il disegno di legge fu approvato alla Camera. Successivamente alla sua abrogazione avvenuta nel 2008, sono state depositate in Parlamento alcune proposte di legge per definire norme contro le dimissioni in bianco”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>