Mazzon: “A faccia tosta contro Pesaro”

di 

25 febbraio 2012

PESARO – Nell’anticipo della quinta giornata di ritorno del campionato di serie A, il Banco di Sardegna Sassari supera (87-73) la Sidigas Avellino e almeno per una notte è sola al secondo posto. Sacchetti festeggia così la centesima volta sulla panchina sassarese. La Sidigas merita ogni elogio, non solo per essersi opposta con ardore a una squadra che vince da sei giornate, ma anche per avere saputo lottare contro la sfortuna. Leggi assenza dell’infortunato Dean e la solita sciocchezza di Slay che ha lasciato i compagni con 4° e 5° fallo (tecnico) in pochi secondi e partita tutta da giocare (48-42: 23′). Nel momento più difficile di Avellino, Sassari ha piazzato un break micidiale, concretizzato da una tripla di Vanuzzo (72-53).

Scavolini Siviglia-Milano, Marco Cusin

Marco Cusin tenta la stoppata. Foto Giardini

Sul più 19, il Banco ha ipotizzato addirittura di recuperare lo svantaggio dell’andata, ma a quel punto è come si fose spenta la luce della Dinamo. E Avellino ha piazzato un controbreak strepitoso (15-0), iniziato con una tripla di Green e concluso da Gaddefors. Sul 72-78 è sceso il gelo all’interno del PalaSerradimigni, ma 5 punti consecutivi di Drake Diener hanno scacciato la paura e il Banco di Sardegna ha ritrovato certezze, con un piccolo omaggio degli arbitri che hanno punito ingiustamente Golemac con un fallo tecnico dopo avergli fischiato un fuori inesistente perché il giocatore aveva lasciato già la palla. Esaltante la sfida tra i due migliori playmaker del campionato.

I tabellini: Sassari: Hosley 28, Drake Diener 20, Travis Diener 17, Vanuzzo 11, Plisnic 4, Devecchi 5, Metreveli 2; tiri da 2 16/39, 15/26 da 3, 10/15 ai liberi; 22 rimbalzi difensivi, 9 offensivi; 19 perse, 12 recuperate, 17 assist (8 Travis Diener), Avellino: Green 19, Golema5 15, Johnson 15, Gaddefors 8, Soloperto 3, Infanti 4, Slay 9; 22/43 da 2, 6/22 da 3, 11/16 liberi; 21 difensivi, 19 offensivi; 21 perse, 11 recuperate; 16 assist (9 Green).

Dall’anticipo al posticipo, per occuparci della partita in programma domani sera al Palaverde di Treviso, campo anche dell’UmanaVenezia per la stagione in corso, dove sarà di scena la Scavolini Siviglia (ore 20,30 di domenica, diretta su Rai Sport 1). Lo facciamo con l’allenatore veneto Andrea Mazzon.

“In genere quando si giocano partite una dopo l’altra contro la stessa squadra si ragiona un po’ per stereotipi: si dice che chi ha perso avrà più motivazioni nella partita successiva. Ma io dico che innanzitutto non bisogna perdere tempo a pensare a quello che è stato. Piuttosto bisogna concentrarsi su quello che c’è da fare. E da parte nostra quello che dobbiamo fare è avere grandissima abnegazione difensiva, grandissima attenzione ad eseguire correttamente ogni fondamentale e grandissima attenzione a quello che faranno loro. Dobbiamo quindi essere esattamente concentrati sulle cose che servono. John Wooden, storico allenatore di Ucla, diceva “La pallacanestro non é altro che esecuzione dei fondamentali” e io sono perfettamente convinto di questo. In questo senso anche gli errori devono essere il minor numero possibile. Più che il duello tecnico dovremo avere intensità per limitare le loro individualità. Faremo di tutto per vincere questa partita, senza dimenticare che fin da inizio anno si dice che la Scavolini é una formazione accreditata a stare nelle primissime posizioni. Pesaro é indubbiamente una squadra in condizione, con un organico di ottimo livello. Però dovranno capire che giocano contro una squadra che ha gli stessi punti e le stesse partite giocate. Quindi dovranno essere loro a giocare contro di noi. Da parte nostra dovremo avere la stessa faccia tosta e determinazione che abbiamo avuto nella prima parte di campionato”.

Il quadro completo della giornata e la classifica:

Banco di Sardegna Sassari – Sidigas Avellino 89-73 (giocata oggi)

Bennet Cantù – Benetton Treviso (domenica ore 18,15)

Otto Caserta – Cimberio Varese

Angelico Biella – Vanoli Braga Cremona

EA7 Emporio Armani Milano – Novipiù Casale

Acea Roma – Montepaschi Siena

Canadian Solar Bologna – Banca Tercas Teramo

Riposa: Fabi Shoes Montegranaro

La classifica:

Montepaschi 30

Banco di Sardegna 26

EA7 Emporio Armani e Canadian Solar 24

Umana, Bennet, Scavolini e Sidigas 22

Cimberio 20

Otto, Angelico e Acea 18

Benetton 16

Banca Tercas e Fabi Shoes 14

Vanoli Braga 12

Novipiù 10

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>