Chateau d’Ax, due partite per capire. Con una Djerisilo in più

di 

27 febbraio 2012

URBINO – La Chateau d’Ax Urbino Volley è attesa da una serie esami importanti in questa settimana. Due gare nei prossimi quattro giorni che decideranno il destino
della squadra di Mister Salvagni in Coppa CEV e Campionato. Subito, domani sera
in Francia , primo test importante per Garzaro e compagne che dovranno battere
le francesi del Molhouse per accedere alle semifinali della competizione dove
potrebbe scontrarsi con l’altra italiana , Busto Arsizio, che nella gara di
andata si è imposta per 3 a 2. In caso di sconfitta si disputerà il Golden Set
per decidere la qualificazione.

Scavolini Pesaro-Chateau d'Ax Urbino, Djerisilo e Tirozzi festeggiano la vittoria

Djerisilo e Tirozzi. Foto Giardini

La squadra francese vista ad Urbino non sembra  irresistibile ma è vero che l’ultimo periodo della Chateau d’Ax Urbino Volley non è stato dei migliori, percui , ci vorrà una grande prestazione per riscattare anche le sconfitte in campionato. Le notizie positive in casa bianco nera arrivano dal reintegro nel gruppo di Ivana Djerisilo , dopo due mesi e
mezzo di stop per infortunio, l’atleta serba è partita questa mattina con il resto della squadra alla volta della Francia e farà parte delle dodici da schierare in campo.

INTERVISTA – Giancarlo Sacchi (Presidente Chateau d’AX Urbino Volley )
” Il recupero di Ivana è fondamentale per noi in questa parte della stagione ,
credo che tutte le giocatrici di questa squadra abbiano dato il massimo fino ad
oggi e non hanno fatto pesare l’assenza di un atleta così importante per la
nostra squadra. Siamo in un momento difficile ed intenso della stagione ed è
normale e fisiologico un calo di rendimento da parte della squadra. Ci sono dei
ritmi assurdi e siamo solo all’inizio , onestamente non è concepibile un
calendario fatto in questo modo, falsa tutti i valori.” Il Presidente torna
anche a sottolineare anche l’episodio di domenica scorsa quando per una svista
arbitrale la Chateau d’Ax Urbino Volley , il punteggio era di 23 a 23 e sarebbe
stata la palla del vantaggio , l’arbitro ha “regalato” il punto a Bergamo: “
Eravamo in diretta TV e mi auguro che chi deve giudicare questi arbitri abbia
visto quello che è successo e li penalizzi come siamo stati penalizzati noi.
E’  normale che ci possa essere l’errore ma non è giustificabile l’arroganza e
la presunzione di questi due personaggi. “

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>