Flaminia Fano recupera contro l’ultima della classe

di 

2 marzo 2012

FANO – Il campionato è fermo per le Final eight di Coppa Italia che si disputano a Pesaro in questi giorni, ma l’Asd Flaminia non conosce soste visto che domenica prossima al palaBiagioni recupererà la 16esima giornata contro le Pelletterie. Le toscane sono ultime in classifica, ma la cosa non deve togliere alle ragazze biancazzurre la giusta concentrazione: sarebbe un errore che potrebbe costare caro.

Silvia Tagliabracci

Una sorridente Silvia Tagliabracci

Tutto ciò è testimoniato da Silvia Tagliabracci, bomber del Flaminia, reduce dalla doppietta decisiva per stendere l’Aragonese nella partita di domenica scorsa.

“Vietato guardare la classifica e distrarsi – dice l’avanti fanese – perché loro verranno qua a giocarsi tutto vista la delicata situazione che le vede all’ultimo posto; noi non regaleremo nulla a nessuno e con l’Aragonese lo abbiamo dimostrato. Vogliamo vincere per continuare a toglierci soddisfazioni in questo campionato senza fare calcoli, almeno per il momento. All’andata vincemmo 2-1 e fu una gara dura; la loro arma principale è la grande fisicità essendo una squadra composta da molte giocatrici che vengono dal calcio a 11. Daremo tutto, vogliamo restare in alto e trattandosi di un recupero è una chance da non fallire”.

Valanghe di gol lo scorso anno nel campionato regionale e già 14 in questa esperienza nazionale. “E’ un altro mondo, il livello è altissimo e sono contenta di quanto fatto finora anche se le gioie personali vengono in secondo piano rispetto ai risultati della squadra. Non nascondo che mi fa piacere vedere me e le mie compagne aver migliorato la nostra classifica in questo girone di ritorno proprio mentre quando molte altre formazioni si rinforzavano con campagne acquisti faraoniche”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>