Scavo, il cuore e l’orgoglio: espugnata Bergamo

di 

4 marzo 2012

 

NORDA FOPPAPEDRETTI – SCAVOLINI 2 – 3

NORDA FOPPAPEDRETTI: Nucu 12 (battute 25, errori 1. Attacchi 16, muri subiti 1, punti 9, 56%. Muri fatti 4), Signorile (battute 3), Quaranta 13 (battute 19. Ricezioni 6, errori 1, positiva 33%. Attacchi 46, errori 3, muri subiti 3, punti 11, 24%. Muri fatti 2), Gabbiadini ne, Diouf ne, Merlo (L: ricezioni 28, errori 2, positiva 86%, perfetta 64%), Di Iulio 15 (battute 14, errori 3, ace 1. Ricezioni 21, errori 4, positiva 71%, perfetta 33%. Attacchi 33, errori 1, muri subiti 2, punti 12, 36%. Muri fatti 2), Ruseva ne, Arrighetti 9 (battute 14, errori 1. Attacchi 18, errori 2, punti 7, 39%. Muri fatti 2), Vasileva 26 (battute 17, errori 1. Ricezioni 27, errori 7, positiva 63%, perfetta 26%. Attacchi 52, errori 3, muri subiti 8, punti 26, 50%. Muri fatti 1), Serena 2 (battute 9, errori 1. Attacchi 6, errori 1, punti 2, 33%). All. Mazzanti.

SCAVOLINI: Ortolani 18 (battute 11, errori 1. Attacchi 51, errori 5, muri subiti 5, punti 16, 31%. Muri fatti 2), Agostinetto ne, Brinker 9 (battute 26, ace 2. Ricezioni 26, errori 3, positiva 58%, perfetta 42%. Attacchi 29, errori 5, muri subiti 3, punti 7, 24%), Klineman 26 (battute 17, errori 1, punti 1. Ricezioni 26, errori 5, positiva 46%, perfetta 19%. Attacchi 52, errori 2, muri subiti 1, 44%. Muri fatti 2), Monica De Gennaro (L: ricezioni 30, positiva 97%, perfetta 80%), Saccomani ne, Manzano 14 (battute 15. Attacchi 16, muri subiti 1, punti 9, 56%. Muri fatti 5), Ferretti 2 (battute 10, errori 1. Attacchi 1, punti 1, 100%. Muri fatti 1), Okuniewska 15 (battute 17, errori 1, punti 2. Attacchi 17, errori 1, muri subiti 1, punti 9, 53%. Muri fatti 4), Ampudia ne, Cardani 1 (battute 3, punti 1. Ricezioni 2, positiva 50%, perfetta 50%) Musti De Gennaro 1 (battute 3, errori 1. Attacchi 1, punti 1, 100%). All. Pedullà.

ARBITRI: Longo e Venturi.

NOTE: parziali 25-17; 25-20; 19-25; 19-25; 13-15 in 117 minuti. Spettatori 2.300.

STATISTICHE DI SQUADRA: Norda Foppapedretti: 77 punti. Battute 101, errori 7, ace 1. Ricezioni 84, errori 15, positiva 69%, perfetta 38%. Attacchi 171, errori 10, muri subiti 14, punti 67, 39%. Muri fatti 11. Scavolini: 86 punti. Battute 102, errori 5, ace 6. Ricezioni 84, errori 8, positiva 68%, perfetta 49%. Attacchi 167, errori 13, muri subiti 11, punti 66, 40%. Muri fatti 14.

PESARO – Pedullà professore? No, mago! “Dobbiamo recuperare stasera i punti persi domenica scorsa a Pavia perché non siamo ancora certi dei playoff ed è importante difenderci dalle inseguitrici”. E’ il messaggio che Luciano Pedullà lancia alla squadra e ai telespettatori che hanno seguito la partita suRai Sport 1.

La Scavolini segue il suo allenatore, anzi il suo mago, e torna a casa con 2 punti in più, grazie a una vittoria che – onestamente – dopo i primi due set sembrava impossibile. Ma per la Scavolini “nothing is impossible”, nel bene e nel male. Così, in una settimana passa dalla cocente sconfitta di Pavia alla vittoria in casa delle campionesse d’Italia, battute in entrambi i confronti di campionato. Una vittoria da due punti che garantisce i playoff, perché Parma, ferma a quota 20, non può raggiungere le biancorosse dovendo disputare solo due incontri.

La prima risposta a Pedullà è sconfortante, malgrado Bergamo debba fare a meno di Piccinini (bronchite). Memori di quanto accaduto in Champions, con Villa Cortese che ha tolto dalla sfida Vasileva, mirando il servizio sulla problematica ricezione della bulgara, ci si attenderebbe un bis. Succede, invece, che Mazzanti ha buone risposte dalla bulgara e dalle altre. Così, con in campo – tra alti e bassi – una sola avversaria che fa male in attacco, Klineman (7), la “Foppa” chiude tranquillamente il primo set. Anzi, a chiuderlo è l’ennesimo attacco errato della temuta ex, Serena Ortolani, accolta con un omaggio floreale. Ancora una volta la ricezione è deficitaria (positiva 59%, perfetta 27%) e l’attacco poco prolifico (28%), Unico aspetto positivo, i tre ace. Male il muro (2-0 Bergamo). E Vasileva già a quota sette punti. Incredibile!

Il secondo set è in fotocopia. Sul 9 pari, Bergamo sfrutta il servizio di Nucu e vola sul 15-9. Un break avvilente, che la Scavolini prova a ricucire fino al meno due (21-19) con un un buon momento di Musti De Gennaro (al posto di Okuniewska che pure disputa un buon parziale ma non chiude attacchi importanti). Ancora una volta, però, la Scavolini si blocca e con un secco 4-1 Bergamo sigilla il 25-20 che vale il 2-0. E’ migliorata la ricezione, ma l’attacco è ancora scadente (39% Foppa, 30% Scavolini), malgrado un buon set delle centrali (Okuniewska e Manzano sono a quota 5 punti, solo 2 per Klineman, mentre Vasileva è a 11).

Sull’orlo, anzi qualcosa di più, del precipizio, la Scavolini riscopre il gioco dal centro. Soprattutto ritrova due fondamentali: la ricezione e il muro. La ricezione è perfetta al 69% e positiva all’81%. I muri fatti sono 5 a 2. E con una ricezione cresciuta così tanto, migliora decisamente l’attacco, che nel parziale ha un’efficienza del 47% (contro il 31% di Bergamo). Sotto di uno al primo time-out tecnico, le colibrì murano ogni attacco e alla seconda pausa sono avanti 16-12. Al contrario di altre volte, difendono il margine e anzi lo incrementano (17-12), mancando addirittura il più 6. Un gran momento di Okuniewska e una super pipe di Klineman danno certezze al morale e al tabellone, chiuso con un ace fortunoso della californiana: 25-19.

Ora le biancorosse devono giocarsi tutto nel quarto set. Con una Ferretti e una Monica De Gennaro così (leggete le sue statistiche!), la porta è aperta.

Scavolini Pesaro-Busto Arsizio, Monica De Gennaro

De Gennaro super. Foto Giardini

Ancor più quando la Scavolini guadagna 4 lunghezze (5-9). E’ un buon margine, da difendere con le unghie e con i denti. Come non detto: 9 pari in pochi istanti. Signore e signori, è la Scavolini! Nel bene e nel male. Ed è nel bene che al secondo time-out le ragazze di Pedullà hanno tre lunghezze di vantaggio: 13-16. Come non detto bis. Bergamo recupera subito due lunghezze, ma la partita ha cambiato trend. Pesaro riceve bene, difende meglio e attacca con la giocatrice più attesa: Serena Ortolani. In una sorta di staffetta con Klineman, che mette giù i palloni del 18 e 19 a 15, la faentina completa (con due attacchi e un gran muro) il drive di 6-0 che porta le colibrì sul più 7 (15-22). Vasileva interrompe il brutto momento, un’invasione e ancora una ricostruzione inefficace fissano un 3-0 interno. E’ l’ultima distrazione: Klineman, un ace sporco di Cardani e un muro fantastico di Okuniewska su Vasileva danno il set (19-25) e almeno un punto. Ora, però, bisogna cogliere i 2 punti, come pretende Pedullà.

L’avvio di tie-break è equilibrato fino al 5 pari. Poi la Scavolini allunga (Klineman, una grande difesa di De Gennaro che consente all’americana di bissare l’attacco vincente e una diagonale fuori di Quaranta): 5-8. Come accade spesso dopo un time-out, Ortolani fallisce il servizio e Bergamo respira. Pesaro non concretizza l’attacco successivo per una grande difesa di Merlo, Vasileva colpisce dalla seconda linea: 7-8. La Scavolini reagisce e ricostruisce un piccolo margine: 10-12. La Foppa impatta con Vasileva e Quaranta. Il PalaNorda esplode. Al contrario di altre volte, però, le biancorosse non cedono alla paura e prima con Klineman poi con un attacco fuori dell’ex Quaranta guadagnano due match-ball. Il primo se ne va con Vasileva, il secondo è un rischio per il cuore: tre attacchi pesaresi sono difesi dalle bergamasche che hanno tre opportunità per pareggiare, ma la terza (Quaranta) si spegne nel muro di Klineman, che dà ragione al Mago di Novara.

Le altre partite della nona giornata di ritorno:

Chateau d’Ax – Yamamay (domenica ore 18)

Asystel – MC-Carnaghi

Liu.Jo – Riso Scotti

Chieri – Cariparma SiGrade

Riposa Rebecchi Nordmeccanica

La classifica

Yamamay 50; MC-Carnaghi 39; Chateau d’Ax 34; Norda Foppapedretti 31, Asystel 26, SCAVOLINI 27, Rebecchi Nordmeccanica 25, Liu.Jo 23, Cariparma SiGrade 20, Chieri 6, Riso Scotti 4.


3 Commenti to “Scavo, il cuore e l’orgoglio: espugnata Bergamo”

  1. Mauro scrive:

    Grazie Luciano, cronaca emozionante, mi ripaga per non aver visto la scavo……..una squadra di pazzerellone…..bravissime….

    • Filippo scrive:

      Vero! Leggendo l’articolo sembrava di vedere la partita! Una squadra capace di tutto e del contrario di tutto …..

  2. Vincenzo scrive:

    Dal terzo set siete scese TUTTE in campo!!!!! BRAVE RAGAZZE!!! Forza SCAVO!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>