Primarie, l’autocritica di Giovanelli: “Cambiare queste regole demenziali prima delle amministrative”

di 

6 marzo 2012

PESARO – “Le primarie così come sono fatte non sono altro che un modo per consentire a forze esterne al Pd di infilarsi nelle sue dinamiche interne. C’è anche un altro aspetto che viene sottovalutato: in nome dell’autonomia le strutture locali spesso frantumate finiscono per predisporre situazioni che assomigliano più a regolamenti dei conti che a scelte politiche di organi dirigenti”.

Oriano Giovanelli

Oriano Giovanelli. Foto Giardini

Oriano Giovanelli, parlamentare Pd, Presidente Forum P.A., ex sindaco di Pesaro, torna ad affrontare le primarie. “Esse si ritrovano comunque unite nell’impedire qualsiasi azione centrale ispirata alla ragionevolezza e a quello che un tempo si chiamava ‘senso del partito’ – aggiunge – salvo poi scaricare sul Pd nazionale e sul segretario gli effetti di tanta irresponsabilità. Un partito degno di questo nome o è del tutto federale con oneri e onori a carico delle strutture territoriali, cosa onestamente impossibile per un partito in costruzione, o pur in un quadro di autonomie riconosce al centro in casi di palesi difficoltà il diritto dovere di decidere nell’interesse del partito e non dei singoli. Non vedo responsabilità di Bersani semmai a lui dobbiamo esprimere solidarieta’ per gli oneri impropri che gli si scaricano addosso. Una autocritica la dobbiamo comunque fare: a mio parere – conclude – dovevamo mantenere l’impegno a tenere la conferenza sul partito prima di queste amministrative e cambiare queste regole demenziali”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>