Il ritorno di Ginestra: “L’affetto della gente mi ha aiutato”

di 

13 marzo 2012

FOGGIA – L’incubo è finito. Paolo Ginestra, 33 anni, nativo di Pergola, ex portiere di Fano e Vis Pesaro, è tornato. E ora non vede l’ora di indossare la maglia numero 1 del Foggia, onorata fino a due settimane fa ed archiviare per sempre una delle pagine più brutte della storia del calcio: l’aggressione subita durante un allenamento, 10 giorni fa, per mano dei suoi stessi tifosi che non gli avevano risparmiato alcune critiche agli ultras.

Paolo Ginestra

Paolo Ginestra (foto tratta dal sito ufficiale del Foggia Calcio)

“Ho seguito le ultime due gare disputate dai miei compagni – racconta il portiere sul sito ufficiale del Foggia – e sono felicissimo delle vittorie ottenute, che ci permettono di risalire la classifica e creare un po’ di entusiasmo nell’ambiente. Ho trascorso uno dei periodi più brutti della mia vita, mai mi sarei aspettato una cosa del genere e così violenta nei miei confronti… ma devo ammettere che l’affetto e gli attestati di stima ricevuti dalla gente mi hanno dato la carica giusta per tornare a Foggia e fare il mio mestiere, che è quello di giocare a calcio”.

Ginestra continua: “Sono tante le persone che mi hanno telefonato in questi giorni, ho anche saputo che sono stati creati dei “gruppi” di solidarietà su Facebook per me da alcuni sostenitori del Foggia: che dire, i tifosi non sono tutti uguali, lo sapevo e questa è l’ennesima prova”.

Doverosi inoltre i ringraziamenti per tutti coloro i quali gli hanno mostrato affetto e vicinanza, in questi giorni “particolari”. “Colgo l’occasione per rigraziare pubblicamente l’U.S. Foggia in toto ed in particolare mister Stringara per la sua disponibilità, il Direttore della Lega Pro Francesco Ghirelli, che in questi giorni mi è stato molto vicino così come Damiano Tommasi e tutta l’A.I.C., oltre a Antonio Mirante, Nicola Pavarini del Parma (entrambi hanno indossato una maglia “pro Ginestra” durante il riscaldamento di Parma-Napoli) e tanti altri amici e colleghi. Grazie di cuore a tutti”.

Non vede l’ora di tornare in campo, Ginestra, e non usa mezzi termini per farlo capire… “Adesso voglio chiudere una volta per tutte questo brutto capitolo e tornare a giocare a calcio, aiutando il Foggia ad ottenere più punti possibili… sarà l’unico mio pensiero da adesso fino a fine stagione”.

Lascia un commento