Pedullà: “Pronti a sfruttare i problemi di Villa”

di 

19 marzo 2012

 

 

PESARO – Giusto per provare a vedere l’effetto che fa a… vedere uscire al primo turno la squadra che a inizio stagione era considerata la grande favorita al successo finale. Che poi a stagione in corso i valori, e quindi i favori del pronostico, siano cambiati grazie (o per colpa, dipende dai punti di vista) alla Yamamay, niente toglie agli sforzi fatti dallo staff di Villa Cortese per vincere – finalmente – lo scudetto che le ultime finali le hanno negato.

 

Scavolini volley-Chieri 2 4 Alix Klineman

Alix Klineman. Foto Gennari

E’ la Scavolini che martedì sera prova a vedere l’effetto che fa… La squadra allenata da Luciano Pedullà prova a cogliere l’attimo contro una squadra – la MC-Carnaghi – che preso male la sconfitta in gara 2, che sente il peso della posta in palio e di dovere – eventualmente – affrontare una trasferta in Azerbaigian per disputare le Final Four di Champions League con l’angoscia derivante da una prematura eliminazione in campionato.

 

Mai come martedì sera una squadra – Villa Cortese – ha tutto da perdere e un’altra – Pesaro – tutto da guadagnare.

 

Di solito, in questi casi, le risposte non conoscono mezze misure: la favorita reagisce alla grande e vince facilmente, oppure – prigioniera della paura – fallisce clamorosamente.

 

Alla Scavolini spetta un compito determinante: non regalare un solo punto alle avversarie, giocare con la massima concentrazione dal primo servizio all’ultima palla a terra. Più facile a dirsi che a farsi, vista la stagione delle colibrì, fatta di altalene incomprensibili, di sconfitte ingiustificabili, di passaggi a vuoto da strizzacervelli. Non ci sono alternative, però, se si vuole approfittare della leggerezza che ha accompagnato la trasferta in Lombardia, soprattutto della pesantezza con cui Villa Cortese sta vivendo la vigilia.

 

Insomma, il momento sembra propizio…

 

“Martedì la psicologia può essere un fattore – sottoscrive Pedullà – perché arrivati a questo punto le nostre avversarie rischiano di buttare via una stagione con i loro errori o con il loro atteggiamento. Pertanto le mie ragazze dovranno essere pronte a sfruttare le loro eventuali difficoltà”.

 

Arbitrano Daniele Zucca e Umberto Zanussi, diretta su Rai Sport 1 e Radio Incontro.

 

Sempre martedì sera, stessa ora di Castellanza, la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza di Riccardo Marchesi ospita la Liu.Jo Modena. Anche qui, chi vince è in semifinale. A proposito di Piacenza, radio-mercato informa che la società emiliana è intenzionata a fare le cose in grande per il futuro e avrebbe fatto una ricca offerta a tre giocatrici del sestetto azzurro che disputerà le Olimpiadi: Arrighetti, Cardullo e Lo Bianco. Secondo la Gazzetta dello Sport, però, Lo Bianco potrebbe continuare a giocare per il Galatasary Istanbul se sul Bosforo dovesse arrivare Massimo Barbolini, che ha sollecitato il doppio incarico, subito respinto dal presidente della Fipav, Magri, che ha dichiarato: “O ct azzurro oppure in un club. Se Barbolini preferirà un club troveremo un sostituto”. Barbolini ha replicato a stretto giro di… stampa tramite il Resto del Carlino: “Sto per firmare per un club turco, voglio allenare tutto l’anno”. Secondo il Carlino, Barbolini punta anche su Gioli e Del Core, che nell’ultima stagione hanno giocato in Russia. La cosa più sorprendente in tutta la storia è che il Galatasaray, allenato da Dragan Nesić, ex Jesi e Conegliano, si è appena qualificato per la finale di Coppa Cev, in cui affronterà la Yamamay Busto Arsizio che ha eliminato Urbino. Sarà la prima volta in Italia da avversaria di Leo Lo Bianco.

 

Intanto Modena ha comunicato di avere prolungato il contratto della centrale statunitense Christa Harmotto.

 

 

Tornando alle cose di casa Robur, la società informa che “nella finale del campionato provinciale Under 18 svoltesi a Monte Porzio nel week-end, tre squadre della Scavolini si sono piazzate nelle prime quattro posizioni: le campionesse della Scavolini Snoopy, la Scavolini Ferretti, inchinatasi solo in finale, e la Scavolini Montecchio, quarta alle spalle della Gioca Volley Urbino”.

“Notizie come queste sono il migliore aperitivo in vista della partita di domani” dice il presidente biancorosso Giancarlo Sorbini. “Alle spalle della prima squadra, impegnata nei play-off scudetto, c’è tutto un mondo sommerso di ragazzine che vedono nelle campionesse della serie A un modello e uno stimolo, e trovano ogni settimana in palestra occasione per provare ad imitarle e, assieme, per vivere un’esperienza fortemente educativa quale è uno sport di squadra come la pallavolo. Portiamo con orgoglio sulle nostre maglie il nome Scavolini, un’azienda che assieme a Banca Marche crede moltissimo nello sport di base come attività con un grande impatto sociale. Vogliamo formare atlete, ma anche persone di alto livello”.

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>