“Terremoto bianco”: danni per 770 milioni di euro

di 

19 marzo 2012

ANCONA – E’ finita la conta dei danni. Numeri spaventosi, quelli causati dall’eccezionale nevicata del mese scorso, che parlano di 770 milioni di euro. La giunta regionale delle Marche, che ha completato la ricognizione comune per comune, ha comunicato la stima finale alla Presidenza del consiglio dei ministri.

Capannone neve

Un capannone devastato dalla neve

Nello specifico, il terremoto bianco – cioè la calamità che ha messo in ginocchio la nostra regione colpendo gravemente anche, se non soprattutto, la provincia di Pesaro e Urbino – ha causato danni che ammontano a oltre 43 milioni di euro per la somma urgenza (ripristini, sgombero delle strade, gestione della fase di prima emergenza), 248 milioni per la calamità naturale (danni all’agricoltura), 479 milioni per i dissesti e le infrastrutture compromesse.

Chissà cosa risponderà lo Stato, che verrà chiamato in causa in maniera ancora più diretta dalla manifestazione che Province, Comuni, Camere di Commercio, associazioni di categoria e sindacati della regione hanno organizzato per mercoledì a Roma. Il Marche Day – come è stato ribattezzato – pare abbia raccolto al momento almeno 1.000 adesioni. Tutti insieme appassionatamente… per il riconoscimento dei danni e per avere solidarietà a livello nazionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>