Sacchi, la rivoluzione (comunque) positiva e il futuro

di 

21 marzo 2012

URBINO – Il giorno dopo l’eliminazione dai play off scudetto è anche il tempo per un primo bilancio ed un analisi di una stagione particolare che ha visto protagonista la Chateau d’Ax Urbino in Italia e in Europa. “Credo che il bilancio della stagione sia positivo – afferma il presidente Giancarlo Sacchi – abbiamo migliorato la nostra classifica nella stagione regolare, siamo arrivati terzi e riconquistato l’Europa per la prossima stagione. Siamo  arrivati alle Final four di Coppa Italia conquistando un terzo posto e abbiamo perso il pass della finale di Coppa CEV con la squadra più forte di questa
stagione in Italia. Considerando la “rivoluzione” dell’estate scorsa, quando abbiamo cambiato 11 delle 12 atlete della stagione precedente credo che questa squadra abbia fatto davvero un buon risultato. Non voglio trovare alibi ma considero l’assenza per tre mesi di Djerisilo, l’atleta su cui avevamo investito molto, una “tegola” non da poco per la nostra società. Abbiamo lanciato nel nostro campionato atlete giovani e nuove che in molti ci
invidiano”.

Giancarlo Sacchi 2

Giancarlo Sacchi

Sul calo nel finale di stagione il Presidente aggiunge: “E’ assurdo giocare in un mese 12 partite tra campionato e coppe , capisco le necessità di dover rispettare un calendario ma le giocatrici sono esseri umani. Speriamo che in futuro non ci siano più stagioni così compresse”. Intanto, adesso qualche giorno di riposo, poi, venerdì la squadra e la società si ritroveranno per la cena di fine stagione e sarà anche l’occasione per programmare il lavoro delle prossime settimane.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>