Una cordata per la Nazionale Femminile di Basket sorde

di 

22 marzo 2012

PESARO – Il cuore di Pesaro si conferma ancora una volta grande. Sei società sportive del nostro territorio si sono messe insieme per aiutare la Nazionale femminile di basket sorde a tener vivo il suo sogno di partecipare ai Campionati Europei di Turchia, il prossimo giugno.

I dirigenti delle sei società sportive che hanno aiutato la Nazionale sorde

I dirigenti delle sei società sportive che hanno aiutato la Nazionale sorde

Senza fondi per coprire le spese della trasferta, la Federazione Sport Sordi Italia ha incaricato il direttore tecnico Beatrice Terenzi (fra l’altro giornalista sportiva de Il Resto del Carlino) di trovare le risorse. Un compito improbo, in questi tempi di crisi. Ma quando il progetto è valido, le orecchie si aprono ed i miracoli accadono: così, nel primo giorno di primavera, si è tenuta nella Sala del Consiglio del Comune di Pesaro una conferenza stampa per raccontare come è nata la “cordata”. Al tavolo, insieme all’assessore allo sport Enzo Belloni, sensibile fin dall’inizio al progetto delle cestiste non udenti, c’erano Simone Mattioli, presidente della Pesaro rugby, che è stato il capofila di questa speciale cordata, Barbara Rossi, presidente della Snoopy pallavolo, Roberto Esposito, presidente dello Sport’s School Pesaro, Alberto
Iaccarino, presidente del Panathlon di Pesaro, Giovanni Orciani, vice presidente del Panathlon di Fano e Nicola Morelli, presidente dei Bees. Un bellissimo momento che ha unito tanti dirigenti di sport per illustrare una grande e generosa idea, ma anche un’occasione per invitare altre società del territorio ad unirsi alla cordata che tiene vivo il sogno delle cestiste “silenziose”.
Per info e contributi: dtpallacanestro-f@fssi.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>