Il Pd: “Inaccettabile questa modifica all’articolo 18″

di 

23 marzo 2012

PESARO – Il Partito democratico di Pesaro e Urbino è determinato nella necessità di apportare modifiche alla norma proposta dal governo Monti che andrà in discussione in Parlamento in merito all’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori. A parlare oggi sono il segretario provinciale, Marco Marchetti e l’onorevole Piero Gasperoni, responsabile provinciale Pd dell’area tematica “economia e lavoro”.

Piero Gasperoni e, sullo sfondo, Marco Marchetti

Piero Gasperoni e, sullo sfondo, Marco Marchetti

“La proposta di riforma del mercato del lavoro – scrivono – contiene sicuramente novità importanti, soprattutto per quello che riguarda la lotta alla precarietà dove una buona parte delle misure adottate dal governo corrispondono a quanto sempre sostenuto dal Pd. Tuttavia i lavoratori e le imprese hanno bisogno di certezze e di stabilità nelle regole che governano il mercato del lavoro. La proposta di modifica così come scritta dal governo è di fatto la cancellazione dell’articolo 18 che non possiamo accettare. Il licenziamento per ragioni economiche senza reintegra aprirebbe la porta ad un uso discrezionale dei licenziamenti, perché così come è stato scritto porterebbe ad un uso strumentale della motivazione dietro la quale nascondere anche i licenziamenti di tipo discriminatorio. Pertanto siamo d’accordo con il segretario Pd Pierluigi Bersani. C’è la necessità che il Parlamento introduca modifiche che salvaguardino la possibilità del reintegro dei lavoratori in caso di licenziamento senza giusta causa o giustificato motivo nelle aziende al di sopra di 15 dipendenti”. Firmato – concludono Marco Marchetti e Piero Gasperoni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>