Snoopy B1, Marianna Vujko: “Falconara avversario tosto”

di 

23 marzo 2012

PESARO – La Snoopy è attesa da un altro derby marchigiano, dopo l’eliminazione in Coppa Marche avvenuta martedì ad opera di Filottrano. Per la ventunesima giornata di campionato, sabato al Palasnoopy (ore 18.30) arriva la Somea Falconara, seconda in classifica a cinque punti dalla capolista Marsala. Una squadra che sta attraversando un splendido momento di forma, senza particolari punti deboli e un arma in più rispetto all’andata. La formazione allenata da Cerusico ha acquistato infatti una nuova palleggiatrice, Simona Battistini, con trascorsi in serie A e che l’anno scorso giocava a Casette D’Ete. “Non sarà una partita semplice – spiega Marianna Vujko, centrale Snoopy – è una squadra che conosciamo bene, avendola affrontata anche in Coppa e sappiamo che ha grandi qualità”. I pericoli maggiori arriveranno proprio dai centrali: “giocano un primo tempo molto anticipato,  dovremmo stare attente”.

Santarelli-con-Vujko

Santarelli con Vujko

Per Marianna Vujko, nata a Lucca da genitori croati, si tratta del primo anno alla Snoopy

Dopo aver girato per diverse squadre d’Italia, come sei arrivata a Pesaro?

“Tutto merito del mio procuratore. Una volta presi i contatti con la società, ho fatto una chiacchierata con Gambelli e mi sono decisa a venire”

Cosa hai pensato appena sei entrata al Palasnoopy?

“Sinceramente? Mi è un po’ venuto da ridere, tutti quei Peanuts sparsi per le pareti. Poi ho imparato a conoscere la società e devo dire che un ambiente del genere non si trova in nessun altra parte d’Italia. C’è una visione dello sport che non si trova in altri club. E’ molto bello vedere che il presidente è così vicino alla squadra. Mi ha stupita molto vedere Barbara salire nel pullman con noi per venire ad una trasferta”

Cosa ti aspettavi da questo campionato e da questa squadra a inizio stagione? “Conoscevo le squadre del nostro girone, ed ero convinta che saremmo state nella parte alta della classifica. Peccato aver perso tante partite nell’ultimo periodo, sennò saremmo state in piena lotta per i play-off”

Dopo il cambio di allenatore il momento di crisi sembra superato

“Le responsabilità non sono solo di Gambelli, ma soprattutto di noi giocatrici. Quando ha lasciato la squadra non è stato facile. Avrei solo preferito che lasciasse dopo una vittoria, non dopo tre sconfitte”

Santarelli ha ridato energia al gruppo.

“Mi ha sorpreso positivamente. Da quando ha preso in mano la squadra ha creato agonismo durante gli allenamenti. Ci sta dando tanto e credo che i risultati si vedano in campo”

Quali sono i tuoi obbiettivi per il futuro?

 “Ci sono molte cose da valutare. Sicuramente qui alla Snoopy mi trovo bene. Ho ancora dei limiti tecnici che posso superare solo giocando in B1. Ma non nascondo che mi piacerebbe arrivare a giocare in serie A”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>