Sventato colpo in sala giochi: arrestate quattro persone

di 

24 marzo 2012

PESARO – Tentano una rapina, la polizia li becca in flagranza di reato. Gli investigatori della squadra mobile di Pesaro e dei commissariati di pubblica sicurezza di Fano e Senigallia, al termine di articolate indagini, hanno tratto in arresto 4 uomini, due italiani e due di nazionalità rumena, sorpresi nella flagranza del reato di tentata rapina aggravata. L’operazione scaturisce dai servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal questore di Pesaro e Urbino Italo D’Angelo.

polizia di stato

Polizia in azione

Il nuovo modulo operativo prevede un consistente aumento dei controlli, con l’impiego di personale in uniforme e in abiti civili, in tutto il territorio provinciale, con una particolare attenzione alla fascia costiera ed a quelle zone considerate sensibili. Detta attività è finalizzata a rendere più sicuri i prossimi mesi estivi con un’opera di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, il traffico di stupefacenti e lo sfruttamento della prostituzione, con il coinvolgimento di tutte le componenti del settore sicurezza, compresa la Polizia Locale e la Capitaneria di Porto per le attività di specifica competenza.

In tale contesto è stato previsto anche il potenziamento dell’opera di monitoraggio, normalmente condotta dalla polizia di Stato, dei soggetti malavitosi presenti in loco che, con riferimento al caso specifico, consentiva di attenzionare un soggetto, di origine siciliana, residente a Marotta di Fano, già noto alle forze dell’ordine, solito spostarsi nelle zone del Pesarese e di Senigallia accompagnandosi con personaggi pregiudicati.

L’attività di osservazione e pedimanento condotta dagli agenti della mobile di Pesaro e del commissariato di Fano, unitamente ai colleghi del commissariato di Senigallia, che a loro volta, nell’ambito di un’indagine in materia di reati contro il patrimonio, avevano avuto modo di rilevare i movimenti ed i contatti sospetti del soggetto, avrebbe consentito di accertare che lo stesso stava attuando tutte quelle attività prodromiche alla consumazione di una rapina e in particolare una serie di sopralluoghi a una serie a possibili obbiettivi nella zona di Fano e di Marotta. L’attenzione rivolta dal sospettato nei confronti di una sala giochi di Marotta, faceva ritenere estremamente probabile che la stessa fosse stata prescelta per il colpo.

Per tale motivo venivano organizzati servizi di appostamento con l’impiego di poliziotti in abiti civili, che perduravano per alcuni giorni.

La determinazione degli investigatori veniva premiata allorché nella nottata fra il 20 e 21 marzo, cioè tra martedì e mercoledì scorso, il sospettato veniva notato appostarsi all’esterno dell’esercizio in funzione di palo, mentre tre complici, un italiano residente a Riccione e due cittadini rumeni, armati di pistole, poi risultate essere riproduzioni, travisati con maschere di Carnevale e sottocaschi, entravano all’interno della sala giochi per consumare la rapina.

A quel punto gli agenti, posizionati in strada e all’interno del locale, intervenivano bloccando tutti e quattro i rapinatori e traendoli in arresto.

Gli stessi, venivano associati alla casa circondariale di Villa Fastiggi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>