A Candelara la mostra dell’imprenditore-fotografo

di 

29 marzo 2012

CANDELARA – L’associazione turistica Pro loco Candelara e l’associazione Quartieri n. 3 delle Colline e dei Castelli, con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Pesaro organizza la seconda edizione di “CandelarArte”. La prima mostra personale – che apre quest’edizione – è di un candelarese appassionato di fotografia, Giancarlo Bertozzini. La sua passione per la fotografia è nata da bambino quando si recava dai parenti a Santa Maria dell’Arzilla, e poi con il cugino si recava a fare passeggiate lungo il torrente e lì scattava molte foto.

Uno scatto di Bertozzini in Mali

Uno scatto di Bertozzini in Mali

“Appunti di viaggio: La Repubblica dello Yemen e del Mali visti da un occidentale” è il titolo di questa mostra. Sicuramente tutti conoscono Giancarlo Bertozzini quale impresario: in realtà è un appassionato del bello e della cultura, e nella sua vita ha fatto molti viaggi interessanti ed insoliti, nei quali ha scattato molte foto: è un racconto per immagini. Infatti, sfogliando insieme i tomi di queste foto, Giancarlo racconta aneddoti, tradizioni e storia di questi luoghi con una grande passione tanto da sembrare che sia appena tornato da quei viaggi mentre invece sono trascorsi molti anni. Documenti interessantissimi tanto che due album di queste foto sono stati pubblicati con un’introduzione del famoso fotografo senigalliese Mario Giacomelli.

Giacomelli delle sue foto scrive: “L’intelligenza visiva di Giancarlo Bertozzini si unisce ad un sentimento lirico del suo istinto quanto profondo senso del linguaggio. Le sue foto non ci danno la restituzione della realtà ma una rilettura del reale dove l’esistente non è bloccato dentro il tempo ma è radice, tessitura, materia, vita come figurazione della terra”.

Il presidente della Pro loco Pierpaolo Diotalevi, il direttore artistico Piergiorgio Pietrelli, il curatore dei Mercoledì di Mercurio Lorenzo Fattori e il presidente del Quartiere 3 Maris Galdenzi fanno sapere che, nella sala del Capitano di Candelara, sono esposte le 20 tavole del suo viaggio nella Repubblica del Mali nel 1980 e quelle nella Repubblica dello Yemen nel 1981. Le date di questo viaggio lasciano intuire come Bertozzini si sia messo a capo di quest’avventura in tempi in cui non ancora non era di moda fare questi lunghi e avventurosi viaggi. Infatti, Giancarlo spesso ricorda di aver dormito per terra su materassi di fortuna o in capanne com’è abitudine tra le popolazioni locali. Alcuni scatti sono stati fatti di nascosto, perché ad esempio è vietato fotografare le donne, ma non le bambine prima del passaggio all’adolescenza.

Queste e tante altre curiosità racconterà Giancarlo Bertozzini durante l’inaugurazione della mostra presso l’ex palazzo del Municipale di Candelara venerdì 30 marzo alle ore 21. Seguirà poi la visita alla mostra. La mostra rimarrà aperta fino a martedì 10 aprile, con questi orari: mercoledì, venerdì, sabato, domenica dalle 17 alle 19; il venerdì e domenica anche dalle 21.30 alle 23 (domenica di Pasqua la mostra rimane chiusa).

Ulteriori informazioni sono disponibili nel sito web della Pro Loco di Candelara: www.candelara.com.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>