Orchestra sinfonica Rossini, nasce una Commissione artistica

di 

30 marzo 2012

PESARO – Nuovo strumento per la Rossini, una commissione artistica formata dai rappresentanti dell’associazione e dai rappresentanti dei professori d’orchestra.

Orchestra sinfonica Rossini sui palchi

L'Orchestra sinfonica Rossini sui palchi del teatro

Su proposta del presidente Saul Salucci è stata istituita questa commissione per allargare il dibattito sugli aspetti artistici che riguardano prevalentemente i professori d’orchestra. Giovedì 26 gennaio alle ore 21 sono stati convocati i 40 professori d’orchestra maggiormente coinvolti nelle attività per eleggere due rappresentanti.

A seguito di alcune candidature sono stati eletti in rappresentanza degli archi il maestro Noris Borgogelli e in rappresentanza dei fiati e di tutti gli altri strumenti il maestro Matteo Fratesi.

La commissione è così composta: Bruno Maronna, direttore generale OSR che presiede la commissione; Saul Salucci, presidente OSR; Francesco Pellegrini, assistente di presidenza OSR; Paride Battistoni, responsabile organici OSR; Noris Borgogelli, rappresentante archi OSR; Matteo Fratesi, rappresentante fiati e altro OSR.

L’associazione OSR ha inoltre confermato l’organigramma che gestisce l’attività riconoscendo in ciascuno dei propri componenti il merito della crescita qualitativa e quantitativa dell’ultimo biennio.

Confermatissime le due figure artistiche principali: Daniele Agiman, direttore principale, e Roberto Molinelli, direttore artistico per l’innovazione.

Preziose le figure del presidente onorario Mauro Tamburini e del referente musicologico Maria Chiara Mazzi.

Nell’occasione sono stati annunciati anche i due prossimi impegni della Rossini.

Mercoledì 4 aprile presso il teatro della Fortuna di Fano alle ore 21 l’orchestra assieme al celebre violinista Massimo Quarta proporrà uno dei programmi più importanti della stagione: il Concerto per violino e orchestra in re magg. Op. 35 di P. I. Čajkovskij nella prima parte e la Sinfonia n. 3 in fa magg. Op. 80 di J. Brahms nella seconda. Massimo Quarta considerato oggi uno dei migliori violinisti del circuito internazionale ricoprirà la doppia veste di solista e direttore e suonerà lo Stradivari che fu del grandissimo David Oistrach. Dopo lo straordinario successo dell’anno passato con “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi, Quarta sarà quindi nuovamente ospite della stagione “Concerti di Primavera” organizzata dalla Fondazione Teatro della Fortuna e a cura del M° Saul Salucci.

Venerdì 6 aprile alle ore 21 al teatro Rossini di Pesaro i Fiati dell’OSR, sotto la guida del M° Noris Borgogelli, eseguiranno due tra le pagine più celebri della letteratura musicale classica: W. A. Mozart, Serenata n. 10 in Si bemolle magg. K 361 “Gran Partita” e A. Dvorak, Serenata in Re minore op. 44.

Borgogelli, che si è perfezionato in direzione d’orchestra con il maestro Donato Renzetti, dopo una lunga attività artistica nei teatri italiani debutterà a Pesaro guidando i Fiati dell’OSR, compagine formata dalle prime parti delle sezioni a fiato dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>