SuperCosta (5 gol), e il PesaroFano prova a volare verso i playoff

di 

1 aprile 2012

ITALSERVICE PESAROFANO – DOMUS-CHIA 12-1 (4-0 p.t.)
ITALSERVICE PESAROFANO: Cavanhi, Pinguim, Ditommaso, Fabbroni, Fraccaro, Pizetta, Bacaloni, Guinho, Perez, Costa, Cesaroni, Barbera. All. Marques
DOMUS-CHIA: Secci S., Secci G., Granella, Lulliri, Cherchi, Piddiu, Boi, Ferreira, De Agostini, Lecca. All. Perra
ARBITRI: Ruggiero Chiarello (Barletta) e Vincenzo Tafuso (Brindisi), crono Mirko D’Angeli (Pesaro)
MARCATORI: 2’53” Pizetta (PF), 10’05” Costa (PF), 11’38” Guinho (PF), 14’29” Fabbroni (PF) del p.t.; 0’36” Costa (PF), 3’21” Guinho, 3’44” Costa (PF), 4’55” De Agostini (DC), 7’46” Costa (PF), 8’51” Perez (PF), 16’53” Cesaroni (PF), 17’38” Cesaroni (PF), 18’46” Costa (PF)
NOTE: ammoniti Granella, Cherchi, De Agostini

 

Mister Marques e Thiago Costa

Mister Gil Marques con Thiago Costa

PESARO – Adesso è bella. Conquistata matematicamente una salvezza che comunque – nei fatti – non era mai stata in discussione, l’Italservice PesaroFano vede dinnanzi a sé spalancarsi interessantissime prospettive playoff. Merito dei ragazzi di Marques e i risultati dagli altri campi, che hanno fatto rima con un quinto posto condiviso col Civitanova.

Certamente per classificarsi quinti bisognerà non sbagliare più. Innanzitutto i biancorossi-granata dovranno andare a Verona (il sabato di Pasqua) per provare a fare posta piena con un team in piena lotta per il salto diretto in serie A1, battendo poi sette giorni dopo la Brillante Roma che sarà l’ultima compagine a far visita al palaFiera. Non facilissimo ma il solo fatto che i playoff rientrano nella schiera delle possibilità non può che essere una bella notizia per il PesaroFano che, al di là di tutto, quest’anno mai ha potuto contare sulla rosa al completo.

Anche ieri, contro il fanalino di coda Domus Chia, mancava Sapinho. Ciononostante la differenza in campo si è vista eccome, come testimonia il punteggio finale di 12-1.

Il PesaroFano inizia a spron battuto. Occasione alla prima azione per Thiago Costa, che scheggia la traversa sul destro scagliato da posizione defilata. Dopo un paio di mischie arriva il vantaggio. A siglarlo è Eriel Pizetta, con un destro da centro area su cui Simone Secci nulla può. Il Domus Chia ha la chance per impattare in ripartenza con capitan De Agostini, ma è solo una parentesi perché l’Italservice crea occasioni a ripetizione. L’appena entrato Cesaroni prende il palo da zero metri. Poi Thiago Costa esplode un destro su cui il portierino avversario arriva. Pinguim colpisce un altro palo, anche se per il raddoppio è solo una questione di tempo. A siglarlo è Thiago Costa, con una conclusione dalla distanza su cui l’estremo sardo, stavolta, non pare irreprensibile. A stretto giro di posta arriva anche il tris grazie a Guinho, che dal centro prova un tiro che, complice una leggera deviazione d’un avversario, si impenna insaccandosi. Lo stesso Guinho, poco dopo, sfiora l’incrocio con un mancino molto ben congegnato (e indirizzato).

Mister Marques, già prima dell’intervallo, inserisce Fabbroni, che lo ripaga immediatamente siglando la quarta rete (su invito al bacio di Guinho). Cavanhi salva in uscita bassa su De Agostini ma tocca la palla fuori dalla propria area di rigore. Sulla punizione successiva è Ditommaso a evitare la capitolazione dei pesaro-fanesi, frapponendosi tra il tiro di Boi e la propria porta. Si va riposo sul 4-0 interno.

A inizio secondo tempo arriva il 5-0. A siglarlo è Costa, che spinge un assist da sinistra di Guinho che a sua volta aveva ricevuto da Cesaroni. Occasione Domus Chia con Piddiu: Cavanhi respinge. Guinho sigla il 6-0 arrivando a rimorchio. Poi è ancora uno strepitoso Thiago Costa, con un bolide di potenza e precisione, a superare l’estremo avversario Lecca, subentrato a inizio ripresa al più giovane Simone Secci.

De Agostini, il più vivace dei suoi, accorcia con un destro: bellissimo l’abbraccio successivo con Cavanhi. Per il PesaroFano sfiora la segnatura anche Bacaloni, prima che Thiago Costa non esulti ancora per un eurogol, l’ennesimo, ed è 8-1. La nona rete dell’Italservice la segna Axel Perez, che scarica in fondo al sacco dopo essersi portato avanti la palla con la suola. Negli ultimi minuti in campo anche Barbera, portiere di riserva ma titolare della squadra under 21 che stamane, cioè domenica, alle 11, sempre al palaFiera di Campanara, è impegnato nell’andata dei 16esimi di finale playoff contro Caffè Portos. Barbera salva su Piddiu e soprattutto sul tiro ravvicinato di Granella. Negli ultimi minuti segnano per due volte Cesaroni (pure lui colonna della squadra under 21) e ancora Thiago Costa, che sigilla la quinta rete personale per il 12-1 finale. Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>