Il mondo Snoopy è bello perché è vario. Rossi spiega tutte le iniziative

di 

4 aprile 2012

PESARO – “La primavera…di Snoopy”. E’ questo il nome scelto dalla società di Villa Fastiggi per racchiudere e rappresentare le iniziative che animeranno il mese di aprile.

Barbara Rossi

La presidente della Snoopy Barbara Rossi (foto Danilo Billi)

Da dove nasce questo nome, presidente Barbara Rossi?
“Per le tradizioni pagane la primavera porta la promessa di giornate più lunghe e più calde che offrono vivificante forza e calore. Forza e calore che si tramutano in iniziative fresche e giovani e di impatto per la crescità. Come i germogli che fioriscono, così vogliamo che accada nel mondo Snoopy. Fioritura di… idee!”

Sì, perché, ormai si sa, alla Snoopy non si vive di sola pallavolo. E il modo tutto “snooposo” di fare sport finora ha attirato l’attenzione e la curiosità di molti. L’ultima novità è l’interessamento di un fotografo e Art Director di fama nazionale alle vicende della Snoopy, Rossano Ronci.

Di che cosa si tratta?
“Siamo stati contattati da Ronci qualche settimana fa. Inutile dirvi lo stupore e l’orgoglio per esser stati scelti da questo importante artista. L’idea è quella di realizzare un volume fotografico che racconti attraverso le immagini il progetto Snoopy. Il libro sarebbe il terzo di una serie di volumi sullo sport editi dalla casa editrice La libreria dello sport di Milano. È gia stato realizzato un lavoro su Simone Flamini (giocatore della Scavolini basket) ed è in lavorazione un altro su Simone Grotzkyj Giorgi (motociclista)”.

Perché proprio la Snoopy?
“Credo che le ragioni di tale scelta si possano spiegare solo utilizzando le parole di Ronci: ‘La passione è una splendida forma di comunicazione che usata con sapienza, competenza e passione può rivelare aspetti bidimensionali del comportamento umano che nella visione in tridimensione non possiamo nemmeno percepire di vedere. Il progetto che racconto è una visione (la mia visione) del mondo Snoopy, visto e raccontato dal mio occhio fotografico’”.

Come si svolgerà il progetto?
“Durerà dai 6 mesi ad un anno, durante i quali il fotografo starà a contatto con tutte le squadre della Snoopy, dal settore giovanile alla prima squadra. La sua intenzione è di comunicare l’umano, quello che si vive all’interno del palaSnoopy. Un pensiero scritto da me e probabilmente da Andrea Zorzi (già ospite al palaSnoopy) andranno a corredare le foto”.

Oltre al volume fotografico, ci saranno anche altre iniziative?
“L’11 e il 18 aprile metteremo a disposizione di atlete e genitori la dottoressa Federica Costa, una nutrizionista. Si potranno prenotare incontri privati – attraverso la nostra segreteria – per una consulenza (orario appuntamenti dalle 15 alle 18). Sappiamo quanto è importante e delicato questo aspetto nelle ragazzine e vogliamo trattarlo nel migliore dei modi”.

Sempre dedicato ai giovani e alle loro famiglie sarà l’incontro del 20 aprile…
“Sarà nostro ospite il dottor Roberto Drago, operatore sociale con esperienza trentennale nelle comunità terapeutiche. L’incontro, che avrà come tema il mondo adolescenziale femminile, avrà il titolo “Genitori e figlie…che rottura”. Si terrà nella sala video del palaSnoopy e sarà rivolto a tutti i genitori delle nostre atlete”.

Infine, per tornare a parlare un po’ di sport, dal 22 al 24 aprile ospiterete la Nazionale peruviana di volley femminile.
“Saranno in Italia per un tour di preparazione alle Olimpiadi. Al palaSnoopy svolgeranno due allenamenti al giorno da tre ore circa ciascuno. La nostra intenzione è di fare allenamenti congiunti con la B1, cercando magari di coinvolgere anche atlete di categoria superiore. Inoltre il loro allenatore, l’italiano Luca Cristofani, sarà a disposizione dei nostri tecnici per un confronto e una scambio di esperienze”.

Insomma, alla Snoopy non ci si annoia mai…
“Non dimentichiamoci il consueto appuntamento per gli allenatori Snoopy con l’incontro di videoanalisi. Il nostro obiettivo è provare a puntare sempre all’eccellenza, sperando di non raggiungerla mai per continuare nel percorso di crescita”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>