Nuovi orizzonti, assemblea ordinaria dei soci

di 

4 aprile 2012

FANO –  Nuovi Orizzonti è uno strumento per comunicare con tutti. Tutti possono inviare un articolo, un racconto, una poesia, una canzone…  in nero, in braile, registrati o via mail (a redaz.nuoviorizzonti@libero.it). Domenica 22 aprile alle ore 10, a Fano nella Sala della Concordia del Comune in via Francesco d’Assisi 76, si terrà l’assemblea ordinaria dei soci per l’approvazione del bilancio consuntivo e della relazione morale relativi all’anno 2011. Saranno presenti Politici ed Amministratori ai quali dovremo far sentire forte la nostra voce. In un momento di crisi come quello attuale è bene far sentire la nostra presenza e la nostra unità nella difesa dei diritti conquistati e mai come ora messi a repentaglio dalle riforme istituzionali in atto.

Abbiamo scelto quest’anno di svolgere l’assemblea a Fano nell’ambito di un progetto di radicamento nel territorio, che ci porterà nei prossimi anni a toccare diversi centri dell’entroterra. È quindi essenziale e quanto mai importante, oltre che gradita, la tua presenza e la partecipazione anche dei tuoi familiari.

Avvertenze per i soci:

  1. Per i soci partecipanti all’assemblea, la Sezione organizza il pranzo sociale presso il ristorante “Mare Aperto”. La quota per ciascun socio, e per ciascun accompagnatore, è di € 15. (È riconosciuto un solo accompagnatore per ciascun socio, eventuali altri amici e/o parenti pagheranno la quota intera di € 23;

  2. Per motivi organizzativi, tutti coloro che interverranno solo per l’assemblea, devono far pervenire la propria adesione, anche telefonicamente alla segretaria, entro venerdì 13 aprile;

  3. Chi desidera utilizzare il pulmino è pregato di prenotarsi chiamando Emilio Brunetti. Si ricorda che, se necessario, il pulmino farà servizio di navetta tra Pesaro e Fano.

 

RELAZIONE MORALE

La grave crisi economica, preceduta ed accompagnata da un sempre maggior disfacimento etico sociale vede nei disabili una categoria improduttiva e foriera di costi infiniti. In questa situazione si rileva anche una campagna diffamatoria nei riguardi dei ciechi. Si sbatte in prima pagina il finto cieco giornaliero. In questo momento si evidenzia e si modifica anche il ruolo delle associazioni come la nostra che non solo deve tutelare i minorati della vista ma deve necessariamente essere sempre di più sussidiaria dello stato nella fornitura di assistenza e di servizi ai minorati della vista ed alle loro famiglie. Tutto questo con scarsità di fondi a disposizione poiché le istituzioni oltre a non poter più erogare servizi non erogano più neppure contributi.

SEDE DI FANO”

Uno degli obiettivi della Sezione provinciale è quello di radicarsi sul territorio per meglio rispondere alle necessità dei minorati della vista. In tal senso un successo è stata l’apertura della Sottosezione a Fano. Grazie alla disponibilità del Sindaco e di tutta la Giunta del Comune di Fano, abbiamo attivato una sede distaccata in un locale concessoci in comodato gratuito.

SCUOLA ED ISTRUZIONE

Il valore della persona è sacro ed indiscutibile ma la sua dignità nella società moderna passa attraverso percorsi di formazione ed educazione culturale che permettono ad ogni individuo di prendere coscienza della propria identità valoriale di soggetto unico. L’Équipe, in funzione all’interno della Sezione, è costituita da professionisti e tecnici che sono costantemente a sostegno delle famiglie e degli insegnanti. L’Équipe ha lavorato al fianco delle scuole per la migliore inclusione degli alunni con minorazioni visive e pluriminorati. Incontri settimanali sono stati fatti con gli insegnanti presso la nostra sede e, in alcuni casi, nelle stesse strutture scolastiche. Sono stati organizzati momenti di aggiornamento per insegnanti ed educatori. La Consulenza e l’assistenza dell’Équipe sono fornite dalla nostra Sezione gratuitamente, grazie al finanziamento dell’I.Ri.Fo.R e della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro. Si è completato il progetto di Sperimentazione “A Scuola con l’I-Pad” realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Macerata.

LAVORO

Un componente del consiglio opera all’interno della sottocommissione lavoro della provincia dando il suo contributo alla ricerca ed all’applicazione della legge 68. La legge 113 che, per anni, ha costituito lo strumento di collocamento al lavoro per i minorati della vista, è ormai diventato uno strumento obsoleto e in attesa di modifiche ed integrazioni per l’individuazione di nuovi profili professionali a tutela dell’inserimento lavorativo dei minorati della vista.

I.A.P.B”

La Sezione della “I.a.p.b.”–Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità”, al suo primo anno di vita, ha già iniziato efficacemente la sua funzione di prevenzione, organizzando campagne informative nelle scuole e negli spazi pubblici. Nel mese di maggio un camper attrezzato con strumenti oftalmologi ha sostato in vari comuni dell’entroterra. All’interno del camper, alcuni medici oculisti hanno visitato gratuitamente i bambini dai 4 ai 6 anni.

i.Ri.Fo.R.

L’I.Ri.Fo.R. è il braccio formativo e riabilitativo della nostra associazione, accreditato al Ministero della Sanità ed al Ministero della Pubblica istruzione. L’Istituto è abilitato a percorsi formativi per disabili visivi e soprattutto per Insegnanti, Educatori, Operatori in genere che nelle varie competenze entrano nel percorso di vita del minorato visivo. Il Direttore ha personalmente seguito l’apprendimento delle tecnologie informatiche compensative da parte di minorati della vista e delle loro famiglie. L’Aula Informatica ha visto, al di fuori dei corsi programmati, 64 accessi alle tecnologie compensative. Sono stati organizzati incontri sull’ipovisione e sull’approccio alla cecità. Fiore all’occhiello dell’attività è stata l’organizzazione del corso “ Strategie e Strumenti per l’autonomia didattica e di studio dell’alunno disabile della vista – metodologia e indicazioni operative” in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale – Zona Territoriale di Pesaro-Urbino, finanziato dall’Irifor e dall’Assessorato ai Servizi Sociali della Provincia di Pesaro-Urbino, riservato agli insegnanti di sostegno in servizio.

U.N.I.Vo.C.”

Neonata nella struttura della Sezione è l’U.N.I.Vo.C associazione che raccoglie e forma le persone che intendono prestare attività di volontariato con i disabili visivi. E’ una realtà nuova per la nostra provincia e intende creare un gruppo di volontari specializzati residenti nei vari paesi del territorio.

COMUNICAZIONE E PROMOZIONE SOCIALE”

È attivo il sito della Sezione www.uicipesaro.it dove tutti, anche i minorati della vista, possono accedere e conoscere le attività della sezione. Continua la diffusione di “Nuovi Orizzonti” che trimestralmente viene inviato per aggiornare sulle iniziative della sezione.

PENSIONISTICA E SERVIZI”

La sezione di Pesaro e la Sede di Fano sono aperte tutti i giorni. I soci e non hanno trovato competenza e attenzione per lo svolgimento delle pratiche pensionistiche e di riconoscimento della disabilità. Nonostante la “vacatio” della commissione ciechi durata 9 mesi, abbiamo assistito con esito positivo alcuni minorati che non avevano visto riconosciuta la loro disabilità, con interventi istituzionali e legali. È stato redatto un protocollo con l’Inps Sede Provinciale di Pesaro per il Punto Informa Clienti, riservato ai nostri Soci.

SPORT E TEMPO LIBERO”

Sono orgogliosa di sottolineare che la squadra di calcio a 5 per ipovedenti “Adriatica UICI” presieduta e guidata con passione e competenza dal socio Antonio Falasconi di Fano si è laureata campione d’Italia vincendo scudetto e Coppa Italia, anche nel 2011. Un caloroso grazie a tutti gli atleti ed allenatori.

Novità assoluta: abbiamo iniziato una preziosa collaborazione con il Circolo Velico Ardizio per corsi di vela per bambini ed adulti. 5 ragazzi hanno frequentato con successo il Corso di Vela con gli Istruttori e gli Accompagnatori del Circolo Velico.

COMMISSIONE PARI OPPORTUTNITA’”

Intensa è stata l’attività della Commissione Pari Opportunità Provinciale e Regionale, con la partecipazione a numerosi incontri ed iniziative.

CONCLUSIONI E RINGRAZIAMENTI”

Tutto questo grazie all’impegno gratuito ed appassionato dei consiglieri e di alcuni soci senza dimenticare il prezioso lavoro delle tre volontarie sezionali e dei consulenti Dott. Paolo Spadoni e della Dott.ssa Stefania Serafini.

Mi piace ringraziare, oltre a coloro già citati, anche i componenti dell’Equipe, il servizio prestato dalle volontarie della “Banca del Tempo” che offrono il loro tempo ad alcuni soci, le accompagnatrici e gli accompagnatori di Pesaro e di Fano che svolgono con sensibilità un servizio il cui compenso economico non è certo pari al suo valore.

Ringrazio anche le Amministrazioni di Pesaro, Fano ed Urbania, l’Ufficio Scolastico Regionale – Zona territoriale di Pesaro-Urbino, le U.M.E.E. e le U.M.E.A., l’Amministrazione Provinciale, le Fondazioni Cassa di Risparmio di Pesaro e di Fano, le Aziende e i privati che hanno contribuito alla realizzazione dei nostri progetti.

La Presidente

Maria Mencarini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>