Premio nazionale “Un libro per l’ambiente”

di 

5 aprile 2012

PESARO – Otto classi e circa 200 studenti della provincia di Pesaro e Urbino coinvolti per 80 libri distribuiti nelle scuole. Questi i numeri con cui riparte nel pesarese il Premio Nazionale “Un Libro per l’Ambiente” di Legambiente e de La Nuova Ecologia, giunto alla sua XIV edizione, per promuovere la migliore editoria di narrativa ambientale e di divulgazione scientifica per bambini e ragazzi. Anche gli alunni della Provincia di Pesaro e Urbino, di età compresa tra gli 8 e i 14 anni, faranno parte della giuria per nominare i due libri vincitori, uno per sezione.

natura

Come ogni anno la giuria di esperti (composta da Ermanno Detti, Walter Fochesato, Rossana Sisti, Alberto Oliverio, Vanessa Pallucchi, Vichi De Marchi e Tito Vezio Viola) ha selezionato i migliori tre libri per la Narrativa e i migliori tre per la Divulgazione che bambini e ragazzi delle giurie popolari leggeranno e voteranno.

 

Per la Sezione Narrativa risultano selezionati:

 

P Dalmasso: La banda del mondo di sotto, edizioni EDT,

Umana – A. Iacurci: La zampa dell’ombrello, edizioni Orecchio Acerbo,

Carminati : Il mare in una rima, Nuove Edizioni Romane.

 

Per la Sezione Divulgazione:

Losacco – E. Manghi : Che cos’è il Global Worming? Editoriale Scienza,

C.Darwin – F. Negrin: In riva al fiume, edizioni Gallucci,

Pellai : Tutti a tavola, edizioni Erikson.

 

Inoltre la giuria degli esperti ha assegnato due premi speciali. Il primo valuta la Miglior coerenza grafica-testo, premio storico dell’iniziativa, che quest’anno viene assegnato ad un libro delle Edizioni Prìncipi e Princìpi, una giovane casa editrice che già si sta distinguendo per scelte di qualità, con il volume “H.H.” di C. D’Angelo e M. Paci.

 

“Il Premio continua a crescere – aggiungono Bruna Bernardini, responsabile di Legambiente Scuola e Formazione Marche e Enzo Frulla, presidente del circolo Legambiente di Pesaro -, e lo dimostra la grande partecipazione a questo progetto di studenti e di libri. Un’esperienza che permette una conoscenza attiva, critica, volta a responsabilizzare gli studenti sui temi legati all’ambiente nella sua accezione più ampia. Tutto questo c’è nei libri che i ragazzi leggono e votano per decretare la vittoria dei due libri che sono loro piaciuti maggiormente. Un voto libero che li rende attori e giudici di storie scritte, illustrate per loro”.

 

Questi i libri menzionati:

Menzione speciale per la contemporaneità, cogliendo in modo originale e complesso due problematiche del nostro tempo che vanno inscindibili di pari passo: i diritti e la guerra.

Edizione Carthusia con i volumi: – Iure: la città dei diritti. ; – P.Pasqui, P. Rui: Stupido Risiko.

Menzione Speciale per un libro di ordinario lavoro e razzismo, narrato con la serenità vissuta della tragedia e con immagini plasmate sui drammi della storia: F.Silei: L’autobus di Rosa. Orecchio Acerbo.

Menzione Speciale per un libro sull’archeologia che ne presenta i risvolti di ricerca, fatica, complessità dell’analisi, sdoganandola da visioni romantiche e stereotipate. G. Baldassarre: Il mestiere dell’archeologo. Gelsorosso

Menzione Speciale per un libro che unisce, in modo raro e sensibile, il linguaggio poetico e gli elementi ambientali , dove le sonorità vanno scoperte con la lettura ad alta voce promossa dal progetto nati per Leggere. Acqua, Sole, Vento: parole poetiche per bambini che nascono e crescono. Acque Veronesi.

Menzione speciale per il rapporto con gli animali, per un libro che non li vuole come noi, ma ne propone il rispetto in ragione delle relazioni e della comune appartenenza al pianeta. A.Tomassetti: Mettiti nella mia pelliccia. Erikson

 

“Un Libro per l’Ambiente – sottolinea l’assessore provinciale all’Ambiente Tarcisio Porto – è ormai una tradizione che da anni portiamo avanti con Legambiente. Far percepire il valore dell’ecologia ai bambini è fondamentale, ma farlo attraverso letture, pubblicazioni e favole e narrazioni accattivanti è decisamente più piacevole. Anche per gli adulti, che insieme ai piccoli possono giocare e fantasticare, per rendere l’approccio alle questioni e ai grandi temi ambientali non solo problematico ma anche creativo”.

 

Il Premio ora è entrato nel vivo della lettura. Da febbraio le giurie dei bambini e dei ragazzi, costituite da classi scolastiche prevalentemente marchigiane ma anche da giovani gruppi di lettura nelle biblioteche per ragazzi italiane, hanno iniziato a leggere i libri proposti per esprimere nel mese di maggio il proprio voto. I risultati del voto determineranno i due vincitori, i cui autori verranno premiati nel corso della cerimonia di premiazione prevista per giugno, nel corso della quale i ragazzi avranno la possibilità di incontrarli e scambiare opinioni e domande.

 

Il premio nazionale Un Libro per l’Ambiente è sostenuto da:

Regione Marche – assessorato all’ambiente; Provincia di Pesaro e Urbino – assessorato all’ambiente; Provincia di Ancona – Assessorato all’Ambiente, Comune di Ancona – assessorato alla pubblica istruzione; Comunità Montana dell’Esino-Frasassi; Parco Regionale della Gola della Rossa e Frasassi; Parco Regionale Naturale del Conero; Ufficio Scolastico Regionale; Polo Museale dell’Università di Camerino.

Hanno dato il patrocinio al progetto i comuni di Sant’Angelo in Lizzola, Pergola, Pesaro, Serra de’ Conti, Civitanova Marche, Macerata e San Benedetto del Tronto e le Province di Macerata e Fermo.

 

Le scuole coinvolte nelle XIV edizione del Premio Nazionale Un Libro per l’Ambiente sono:

 

per il Comune di Pergola e Serra Sant’Abbondio la scuola Galliano Binotti,

per il Comune di Pesaro le scuole: primaria Largo Baccelli, secondaria di I grado Olivieri, scuola secondaria di I grado Dante Alighieri,

per il Comune di Sant’Angelo in Lizzola la scuola secondaria di I grado Giovanni Branca,

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>