“La Metafisica di Aristotele”, primo incontro il 15 aprile. Iscrizioni aperte

di 

6 aprile 2012

Logo PU24

PESARO – “Il quarto libro della Metafisica” di Aristotele sarà al centro del primo incontro della rassegna “Canone. Libri da leggere (possibilmente)”, sette lezioni a numero chiuso (massimo 65 persone, iscrizioni ancora aperte) che prenderanno il via domenica 15 aprile alle ore 17 al Museo Archeologico Oliveriano di Pesaro (via Mazza, 97). L’iniziativa, promossa dall’ente Olivieri con il patrocinio della Provincia e del Comune di Pesaro, in collaborazione con  il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Ufficio di Pesaro e Urbino), si propone di compiere un “viaggio” tra quei libri che rappresentano pietre miliari nella storia della cultura e del pensiero. A guidare i partecipanti nel quarto libro della Metafisica sarà Franca D’Agostini, docente di Filosofia della Scienza al Politecnico  di Torino (nota anche per la sua categorizzazione bipartita della filosofia occidentale in “analitica” e “continentale”), che si cimenterà con un tema a lei particolarmente caro: il significato della parola “verità”. Il quarto libro della Metafisica di Aristotele è quello che fonda il principio di non contraddizione, che segna l’identità degli esseri viventi e costituisce la regola prima di ogni comunicazione. Le iscrizioni alla rassegna (7 lezioni dal 15 aprile al 27 maggio, costo complessivo 50 euro, 40 per gli “Amici della biblioteca oliveriana” e 30 per studenti) si raccolgono alla Biblioteca Oliveriana, tel. 0721.33344, biblio.oliveriana@provincia.ps.it, info: www.oliveriana.pu.it

“Ciceroni” tra i “libri per la vita” dei prossimi incontri saranno il critico letterario Pietro Boitani (22 aprile su “Il Decamerone” di Boccaccio), l’economista e giornalista Gianfranco Fabi (29 aprile su “Trattato sulla moneta” di Keynes), la filosofa Yamina Oudai Celso (6 maggio su “L’interpretazione dei sogni” di Freud), il critico letterario Roberto Bertinetti (13 maggio su “Grandi speranze” di Dickens), lo scrittore Paolo Teobaldi(20 maggio su “La cognizione del dolore” di Gadda”), il filosofo Armando Massarenti (27 maggio, “Allegro ma non troppo” di Cipolla). Su richiesta sarà rilasciato un attestato di frequenza riconosciuto ai fini dell’aggiornamento degli insegnanti.
La relatrice di domenica 15 aprile, Franca D’Agostini, insegna anche “Epistemology and Political Philosophy” all’Università di Milano (Facoltà di Scienze Politiche). Ha incentrato i suoi studi su metafisica, logica filosofica, epistemologia, metafilosofia, storia della filosofia contemporanea, occupandosi in particolare di verità, paradossi, nichilismo, argomentazione pubblica, rapporti tra filosofia analitica e continentale.
È autrice di articoli e saggi in volumi collettanei e su riviste filosofiche italiane e straniere e di una decina di libri: “Analitici e continentali” (Cortina 1997), “Breve storia della filosofia nel Novecento” (Einaudi, 1999), “Logica del nichilismo” (Laterza 2000), “Disavventure della verità” (Einaudi, 2002), “Le ali al pensiero. Corso di logica elementare” (Paravia, 2003), “Nel chiuso di una stanza con la testa in vacanza. Dieci lezioni sulla filosofia contemporanea” (Carocci, 2005), “The Last Fumes, Nihilism and the Nature of Philosophical Concepts” (Daviesgroup, 2008), “Paradossi” (Carocci, 2009), “Verità avvelenata. Buoni e cattivi argomenti nel dibattito pubblico” (Bollati Boringhieri, 2010), “Introduzione alla verità” (Bollati Boringhieri, 2011). Ha curato l’antologia “Filosofia analitica” (Paravia, 1997), “L’Epistula de nihilo et tenebris di Fredegiso di Tours” (con una Lettera di Carlo Magno a Dungalo, il Melangolo, 1998), il volume di Vattimo “Vocazione e responsabilità del filosofo” (il Melangolo, 2000) ed è co-curatrice di “Storia della filosofia analitica” (Einaudi, 2002). Collabora con “La Stampa”, “Il Manifesto” e “Il Fatto Quotidiano”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>