A Pian di Rose la prima edizione di “Sconcerti. Musica tra certezza e sperimentazione”

di 

7 aprile 2012

SANT’IPPOLITO – Fondere la tradizione con un valore aggiunto, permettendo al pubblico di ascoltare la musica sotto una luce nuova ed agli artisti di poter unire campi d’azione apparentemente distanti ma profondamente connessi. Questo l’intento di “Sconcerti”, festival di musica, teatro e arti visive organizzato dall’Ass. Cult. Unnecessary Productions in collaborazione con Comune e Proloco di Sant’Ippolito, con il sostegno di Santori Pianoforti, Banca di Credito Cooperativo e Ristorante La Palazzina, che si terrà a Pian di Rose (Sant’Ippolito) presso il complesso della Palazzina Sabatelli, tutti i venerdì dal 13 al 27 marzo.

Il programma apre con “Il ritratto dell’amore”, concerto per clavicembalo e viola dell’Ensemble Les Musiciens (Fabrizio Lepri, Willem Peerik), con letture sceniche di brani di M. Twain, E. Montale e altri a cura di Federico Paino. Si prosegue il 20 marzo con “Nera come pece”, performance elettroacustica e vocale su brani di E.A. Poe prodotta dalla Unnecessary Productions (Lorenzo Binotti, Federico Paino).

Chiude la rassegna “Lux like a concert” concerto solista della pianista Roberta Pandolfi, arricchito dalle scenografie video di Francesco Costantini. In tutte le date del festival, le performances saranno affiancate da una mostra d’arte in tema con i soggetti specifici di ogni serata, che vedrà coinvolti giovani artisti locali e non.

I concerti avranno inizio tutti i venerdì alle ore 21,15, la mostra sarà aperta al pubblico dalle ore 18,00. Sarà disponibile un servizio bar a cura del ristorante “La Palazzina”. Per info e prenotazioni tel. 3291042238, o scrivere a info@robertapandolfi.it.

Il programma.

Venerdì 13 aprile 2012 – Il ritratto dell’amore

Ensemble Les Musiciens

Fabrizio Lepri, Viola da gamba

Willem Peerik, Clavicembalo

Voce recitante, Federico Paino

Letture da brani di Voltaire, Mark Twain, Eugenio Montale, Sarah Kane, Ugo Foscolo

Venerdì 20 aprile 2012 – Nera come pece “più di tutti i sensi acuto era l’udito”

Installazione audio su “Il cuore rivelatore” e “La maschera della Morte Rossa”

di E. A. Poe

Federico Paino, traduzione e voce recitante

Lorenzo Binotti, musiche e sound design

Venerdì 27 aprile 2012 – Lux like a concert

Roberta Pandolfi, pianoforte

Francesco Costantini, scenografia video

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>