PesaroFano punito allo scadere. Per i playoff decisivo lo scontro di sabato con Roma

di 

7 aprile 2012

VERONA – ITALSERVICE PESAROFANO 5-4 (2-2 p.t.)
VERONA: Brumatti, Carone, Cecchini, Otero, Moris, Resner, Tres, Frusciante, Anzolin, Pedrinho, Fedele, Fontaniello. All. Langè
ITALSERVICE PESAROFANO: Cavanhi, Ditommaso, Fabbroni, Sapinho, Fraccaro, Pizetta, Eusepi, Guinho, Perez, Costa, Cesaroni, Barbera All. Marques
ARBITRI: Fabrizio Spalla (Forlì) e Carlo Adilardi (Collegno), crono Alberto Vantini (Verona)
MARCATORI: 1’ Guinho (PF), 4’ Resner (V), 12’ Costa (PF), 15’ Fedele (V) del p.t.; 2’ Fedele (V), 2’15’’ Guinho (PF), 16’ t.l. Anzolin (V), 19’ Guinho (PF), 20’00’’ (rig.) Tres (V) del s.t.

 

PesaroFano-Gruppo Fassina, Wagner Lolatto Guinho

Guinho, autore di tre reti in quel di Verona (foto Giardini)

VERONA – Nulla di compromesso in ottica playoff. L’Italservice PesaroFano però passerà una Pasqua con un po’ di delusione per quanto successo oggi. A Verona, contro un team in piena lotta per il salto diretto in serie A1, i biancorossi-granata sono stati puniti da un rigore a tempo scaduto… e non è un modo di dire.

Sì, perché quando il cronometro segnava 0’00’’, sul risultato di 4-4, i veronesi hanno beneficiato di un rigore per un mani in una mischia furibonda. E’ stato il cronoman a dire agli arbitri che il tempo non era finito. Così è stato fatto battere il penalty, che in caso di realizzazione sarebbe valso per i locali mezza serie A1. Sul dischetto si è presentato Tres che ha spiazzato Cavanhi, fissando sul 5-4 il risultato di una partita splendida, giocata a mille all’ora da entrambe le contendenti.

Nessun dramma comunque. Il PesaroFano è ampiamente in corsa per entrare tra le prime cinque. A oggi sarebbe dentro i playoff per un gioco di differenza reti col Civitanova (pure lei a quota 30 punti), ma dietro ci sono Gruppo Fassina e Villorba (tutte e due a 28) e Brillante Roma (a 27) che incalzano continuando ad alimentare speranze. Proprio contro i capitolini l’Italservice giocherà sabato prossimo l’ultima sfida della stagione regolare (alle 15.30 a Fano, al circolo tennis Trave, e non al palaFiera come in un primo momento comunicato). Una vittoria potrebbe regalare la post season anche se dipenderà anche dalle altre, visto che il campionato finisce sette giorni dopo con la 26esima giornata che per i ragazzi di Marques è sinonimo di riposo.

Andando nello specifico del match di Verona, i biancorossi-granata si sono presentati al completo, eccezion fatta per Pinguim che ha accusato un piccolo problemino muscolare. L’inizio di match regala il vantaggio esterno. Merito di Wagner Lolatto detto Guinho, che dalla distanza punta la porta veronese bucandola, anche tramite una deviazione d’un avversario. Resner impatta poco dopo con una botta dalla distanza, a metà tempo PesaroFano ancora avanti grazie a Thiago Costa, che da rimessa laterale trova la sfortunata deviazione di un giocatore del Verona che infila il proprio portiere. Si va al riposo sul 2-2 perché Tres trova un bel corridoio sul secondo palo per Fedele il quale, di sinistro, impatta, superando un Cavanhi in grande giornata a parare il parabile e anche di più.

Nella ripresa il primo vantaggio veronese di giornata è siglato da Fedele (doppietta), che tramuta in oro un’azione di Anzolin che aveva creato superiorità numerica saltando un pesaro-fanese. Il 3-2 interno però dura un batter di ciglia. Merito di Guinho, che sull’azione successiva scarica una bordata dalla propria metà campo trovando l’angolino. Gol incredibile.

Il PesaroFano però di lì a poco esaurisce il bonus. Così Verona beneficia di un tiro libero che Anzolin prontamente realizza (4-3). Marques ordina di giocare col portiere di movimento per provare ad impattare. Ci riuscirà a un minuto dalla fine con Guinho, che corona con una tripletta una grande prestazione dopo assist di un’imprendibile Costa.

In coda l’epilogo amaro per il PesaroFano, ma dolce come il miele per il Verona, di cui si accennava all’inizio. Poco male, perché l’obiettivo playoff ancora non è certo sfumato.

Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>