Per la Scavo Siviglia una scampagnata di piacere

di 

9 aprile 2012

SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO – VANOLI BRAGA CREMONA 86-64
SCAVOLINI SIVIGLIA PESARO
: White 24, Cavaliero 5, Hickman 16, Alibegovic ne, Cercolani ne, Tortù ne, Flamini 0, Hackett 13, Lydeka 20, Urbutis 0, Jones 8. All. Dalmonte
VANOLI BRAGA CREMONA: Lighty 7, Cinciarini D. 6, Mazic ne, Lottici ne, Antonelli ne, Tabu 11, D’Ercole 5, Perkovic 4, Milic 12, Rich 10, Tusek 9, Belloni ne. All. Caja
PARZIALI: 24-16, 23-24, 26-15, 13-9
ARBITRI: Sabetta, Weidman, Gori
SPETTATORI: 4.469

 

Scavolini Siviglia-Venezia, Tautvydas Lydeka

Tau Lydeka, ottimo il suo incontro (foto Marco Giardini)

PESARO – Vittoria facile facile per Pesaro, contro una Vanoli Cremona che regge solo un tempo, per poi crollare nella ripresa sotto i colpi di White e Lydeka, ben coadiuvati da Hackett e Hickman. Con questo successo la Vuelle resta al sesto posto in classifica e si presenta allo spareggio playoff di sabato con 4 punti di vantaggio su Varese.

Scavolini Siviglia con Lydeka in quintetto al posto dell’infortunato Cusin. Inizio partita con qualche pallone perso di troppo da parte dei pesaresi, Cremona ringrazia e con Milic si porta avanti sul 12 a 9 dopo 4’. Pesaro prova a sfruttare il tonnellaggio di Lydeka che con 7 punti consecutivi riporta la Vuelle avanti di 4 (16-12 all’8), un gioco alto-basso tra Jones e Hickman fa volare i biancorossi al massimo vantaggio (22-14). Un tap-in di Lydeka (già a quota 13) chiude il primo quarto con la Scavolini Siviglia avanti sul 24 a 16.

Secondo parziale con Hackett in evidenza – entrata nel traffico e tripla a segno – si rivede in campo anche Urbutis, applaudito dal pubblico di casa, Pesaro vivacchia sulla classe dei suoi stranieri (31-21 al 14’) e sulla ritrovata mira di Hackett, alla seconda tripla di serata. Poi White vola in contropiede dopo un bel recupero per il più 12 (36-24). Cremona si mette a zona, subito bucata dall’angolino da Hickman, Urbutis si fa notare più per i falli che per il talento offensivo e la Vanoli, con un parziale di 10 a 0, ritorna completamente in partita (39-36 al 19’), prima che una tripla di Jones sulla sirena fissi il punteggio sul 47 a 40 per la Vuelle.

Dalle statistiche di metà partita si può notare i tre uomini in doppia cifra della Vuelle – Lydeka, Hickman, Hackett – e un sostanziale equilibrio a rimbalzo, mentre sono troppi i 10 palloni sprecati dai biancorossi, spesso in modo banale.

Inizio ripresa con Pesaro a stringere in difesa per dei facili contropiedi. Quando Cavaliero infila la tripla del 56 a 42 la Vanoli sembra vacillare, con coach Caja a chiamare timeout per strigliare a dovere i suoi. Lydeka fa la voce grossa in ambo i lati del campo, con blocchi, rimbalzi e “rampichini” che si infilano nel canestro cremonese. James White con schiacciata e tripla fa volare Pesaro (63-44 al 26’). Si rivede anche Jones, che porta a scuola gli avversari con il suo gioco spalle a canestro (68-48 al 28’). Il 20esimo punto di White fa chiudere il terzo quarto sul punteggio di 73 a 55.

La Scavolini Siviglia deve solo controllare una partita che sembra già in cassaforte. Hackett viene sfidato al tiro ed infila la sua terza tripla, Hickman dispensa gioco e assist per tutti e la partita scorre veloce (82-58 al 35’). Dalmonte pesca dalla panchina e si vedono in campo anche i giovani Tortù e Cercolani. L’incontro è finito da un pezzo e si aspetta solo la sirena finale per una vittoria finalmente semplice per la Scavolini Siviglia con il punteggio finale di 86 a 64.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>