Coltellate per una sigaretta, pesaresi gli aggressori

di 

10 aprile 2012

PESARO – Sono pesaresi i tre aggressori che, nella notte tra Pasqua e Pasquetta, alle 2.47, hanno accoltellato a Cattolica, nella piazza centrale, davanti a un distributore di sigarette, due immigrati. I carabinieri di Cattolica li hanno identificati, fermati, arrestati. Sarebbero di area naziskin. Due sono pesaresi di Pesaro, provengono da buona famiglia, sono studenti universitari e apparterrebbero a un gruppo ultras della Vis Pesaro. Il terzo è originario della Sardegna, è domiciliato a Colbordolo e avrebbe già precedenti per odio razziale. I carabinieri, anche sulla base di alcune testimonianze, una volta ricostruito l’identità di una parte del gruppo si sono recati direttamente nelle loro abitazioni dove, nella casa del ragazzo di origini sarde, sono state rivenute scritte inneggianti all’odio razziale e foto di Hitler e Mussolini.

Carabinieri in azione

Tutti e tre sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio: M.D. (26 anni) originario di Carbonia (Cagliari) e domiciliato a Colbordolo, S.L. (23 anni) e M.D. (25 anni) sono residenti a Pesaro e avrebbero precedenti per aggressione. Il gruppo degli aggressori, secondo le ricostruzioni, sarebbe stato composto da cinque persone: i carabinieri, quindi, sarebbero sulle tracce dei restanti due potenziali aggressori.

L’aggressione è stata ripresa dalle telecamere vicino al distributore. Cinque contro due. Secondo le ricostruzioni i due extracomunitari si sarebbero avvicinati per acquistare un pacchetto di sigarette ma la macchinetta non sarebbe stata funzionante. Da qui, l’idea di chiedere una sigaretta ai cinque ragazzi lì vicino. La risposta, negativa e offensiva, sarebbe stata poi la scintilla per la lite sfociata poi in un accoltellamento.  M.D., il 26enne originario di Carbonia, avrebbe estratto un coltello, colpendo al polmone un primo extracomunitario e alla gola, con un notevole squarcio, il secondo. M.D. sarebbe stato l’unico ad aver colpito con un’arma. Gli altri avrebbero usato calci e pugni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>